Legge elettorale, la Consulta ha eliminato il ballottaggio

Il premio di maggioranza scatterà con il 40% dei voti e la legge è già applicabile

Parlamento italiano
Parlamento italiano

La corte costituzionale ha deciso: la legge elettorale votata dal parlamento (Italicum) contiene profili di incostituzionalità rispetto al ballottaggio (che sparisce), mentre resta il premio di maggioranza. I capilista eletti in più collegi non potranno più optare ma si vedranno assegnato il collegio con il sorteggio. La grande novità è anche che la decisione è immediatamente applicabile, dunque gli italiani si ritrovano una legge elettorale per la camera già fatta. Manca però una legge identica per il senato.

Quindi. La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo il ballottaggio previsto dall’Italicum, la legge elettorale in vigore dal luglio 2016 ‘impugnata’ da un pool di legali in qualità di cittadini elettori. E’ stato invece giudicato legittimo il premio di maggioranza che la legge attribuisce al partito che supera il 40% dei voti.

I rilievi su questi aspetti erano contenuti in cinque ordinanze giunte dai tribunali di Messina, Torino, Perugia, Genova e Trieste.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.