Litiga con la compagna e dà fuoco alla casa

I fatti avvenuti sabato sera: l'uomo è stato arrestato dai carabinieri. In casa anche il figlio della donna di 8 anni che è riuscito a salvarsi

incendio tetto caronno pertusella
Fiamme da un tetto in via XXV Aprile

Un litigio finito male, con una casa bruciata, un uomo in manette, ma soprattutto il rischio di coinvolgere anche un bimbo di soli 8 anni che al momento dei fatti era in casa (immagine di repertorio).

Tutto è avvenuto sabato scorso a Castello Cabiaglio quando un uomo di 44 anni al culmine di un litigio con la compagna di 28 ha dato alle fiamme il materasso della camera matrimoniale.

In quel momento nella casa oltre alla donna era presente anche il figlio, nato da una precedente relazione.

Mamma e piccolo sono riusciti a scappare prima che le fiamme avvolgessero l’immobile, andato a fuoco e, successivamente all’intervento dei pompieri di Varese, dichiarato inagibile.

Nel frattempo l’uomo accusato di essersi reso responsabile del reato di incendio doloso si è allontanato dalla casa. Al suo ritorno nei pressi dell’abitazione ha però trovato i carabinieri della stazione di Cuvio e del Nucleo operativo e radiomobile di Luino.

L’uomo è stato arrestato e portato ai Miogni, la convivente ha sporto denuncia. Le indagini sono condotte dalla pm della procura varesina Annalisa Palomba.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.