Varese News

M5S: “Si riapra subito il punto nascita di Angera”

Paola Macchi e Cosimo Petraroli si dicono favorevoli alla proposta avanzata al Ministro dall'assessore regionale ma chiedono tempi certi

Il Movimento 5 Stelle chiederà la discussione per il Consiglio regionale del 24 gennaio della mozione urgente presentata il 10 gennaio per la riapertura immediata del punto nascita di Angera.  Paola Macchi, consigliere regionale e Cosimo Petraroli, deputato, tornano sul futuro dell’ospedale di Angera alla luce del piano per il mantenimento dei punti nascita sottodimensionato lombardi presentata dall’assessore gallerà al Ministro Lorenzin: « La proposta di Gallera ci trova d’accordo, abbiamo sempre sostenuto che un taglio lineare dei punti nascita fosse un’azione assurda da parte del Governo e che la soluzione più sensata poteva essere proprio questa rotazione di personale fra ospedali con un maggior numero di parti e ospedali che ne avevano meno ma che rappresentano comunque un’eccellenza, come quello di Angera, riferendo gli standard di sicurezza non alle singole strutture ma alle equipe che svolgono gli interventi in più ospedali. Questa soluzione, lo sappiamo bene, non risolve il problema che ormai vivono le mamme e i bambini del territorio di Angera ormai quasi da un mese e mezzo: il punto nascita e il reparto di pediatria sono chiusi, unico caso fra i 7 punti nascita lombardi per cui era stata chiesta la deroga. Crediamo che il coraggio e la determinazione delle molte mamme, papà e nonni che presidiano ormai da settimane l’ospedale chiedendo a gran voce la riapertura dei due reparti e le azioni incessanti del Comitato appoggiato da migliaia di cittadini, siano stati la molla che ha fatto muovere la Regione e l’assessore anche per tutti gli altri punti nascita ma il risultato non è stato ancora ottenuto»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.