Trema il centro Italia, un morto e un disperso

Dalle 10.25 la terra ha iniziato a tremare con violenza. La magnitudo massima di 5,6. Segnalati nuovi crolli

terremoto

Nuove forti scosse di terremoto stanno interessando il centro Italia. La prima alle 10.25 ha avuto una magnitudo di 5,3, una seconda alle 11.15 con magnitudo di 5,6 e 11 minuti più tardi se ne è registrata un’altra con una magnitudo di 5,3. Centinaia le scosse di minore entità rilevate nel corso della mattinata fino a quando alle 14.30 la terra è tornata a tremare violentemente: 5,1.

Tutti i terremoti si sono sviluppati in una zona relativamente superficiale della crosta terrestre nell’area tra Montereale (AQ), Capitignano (AQ), Campotosto (AQ) e Amatrice (RI).

Il terremoto di oggi è stato generato dallo stesso sistema di faglie che si è attivato a partire dal 24 agosto scorso. E’ questa la prima analisi degli esperti al lavoro nella sala sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica Vulcanologia (Ingv). «E’ lo stesso sistema di faglie attivato il 24 agosto, ma a generare il terremoto di oggi è un segmento diverso» ha detto all’ANSA la sismologa Paola Montone, dell’Ingv.

Un morto e un disperso nelle zone terremotate

Si registrano purtroppo anche un morto e un disperso: a Castel Castagna (Teramo) un uomo di 83 anni è deceduto, sepolto nel crollo della sua stalla, in una frazione del Comune. In un paese vicino una donna e il suo bambino sono stati salvati (ma in condizioni di ipotermia) dopo esser stati sepolti dal crollo di un agriturismo. Una persona è invece ancora sepolta sotto la slavina che ha travolto le case di Ortolano, frazione del comune di Campotosto (L’Aquila).

 

Le ricerche sono stare rese difficili dalla neve, alta fino a 2 metri, che ostruisce le strade di accesso oltre al pericolo di slavine generato dalle scosse. Ecco come hanno dovuto operare i vigili del fuoco oggi

 

Secondo la Protezione Civile ci sono state diverse segnalazioni di crolli ma, al momento, nessun richiesta di soccorso tecnico. Ad Amatrice è crollato ciò che restava del campanile della chiesa di Sant’Agostino. Ci sono stati danni anche ad Ascoli Piceno. In mattinata sono state chiuse anche le linee della metropolitana a Roma. Diverse scuole sono state evacuate a Rieti, Perugia e anche nella Capitale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.