Ortopedia: tele consulenza tra Cittiglio e Varese

Ai primi di febbraio entrerà in funzione il servizio. Un provvedimento ponte nell’attesa della riapertura del reparto

ospedale di cittiglio

Il primo provvedimento “tampone” nell’attesa della riapertura del reparto di ortopedia promessa lo scorso dicembre partirà ai primi di febbraio: è la tele consulenza fra l’ospedale di Cittiglio e quello di Varese.

Lastre, referti che hanno a che vedere con l’ambito ortopedico verranno letti da personale specializzato in teleconsulenza a Varese dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 10 del giorno successivo e sulle 24 ore nei giorni di sabato e festivi: in pratica, caso per caso, la situazione del paziente sarà sottoposta ad un doppio consulto tra il medico di guardia al pronto soccorso di Cittiglio e lo specialista di Varese.

Inoltre sempre dal primo di febbraio sarà attivo dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 24, il pronto intervento di un ortopedico per le consulenze in ps a Cittiglio, servizio già attivo dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18.

Si tratta, in pratica, del primo provvedimento fra quelli annunciati lo scorso 22 dicembre nella riunione in Regione fra vertici dell’ospedale, amministratori locali e consiglieri regionali.

Da quell’incontro emersero altri due step riguardanti il “caso Cittiglio”: il nuovo bando per l’assunzione di specialisti, per la metà di febbraio, e la conseguente riapertura del reparto entro l’estate.

Sulla questione ha voluto esprimere un parere Giorgio Piccolo, presidente della Comunità Montana Valli del Verbano entro i cui confini ricadono due importanti strutture ospedaliere per il territorio, non solo Cittiglio, ma anche Luino. 
«Sono certo che l’integrazione tra Cittiglio e Varese garantirà la possibilità di affrontare le esigenze dei pazienti che si recano a Cittiglio».
«Attivando la tele consulenza negli orari non coperti dalla presenza dell’ortopedico e nei giorni festivi si può garantire un preciso percorso sanitario ai pazienti – spiega Piccolo. Si tratta di una prassi collaudata e in uso agli ospedali che non sono trauma center, una misura transitoria utile a garantire il minimo sino alla riapertura dell’ortopedia di Cittiglio regista entro i primi sei mesi del 2017 come deciso nella riunione di dicembre in Regione Lombardia alla presenza del presidente Raffaele Cattaneo e del direttore Callisto Bravi».
Il presidente della comunità montana auspica che gli ospedali del Verbano vengano «mantenuti e potenziati».
«Non ho motivo di credere che su questo fronte ci siano stati ripensamenti e ho piena fiducia nel lavoro svolto dal presidente del consiglio Regionale. Ogni polemica tra gli ospedali di Cittiglio e Luino sono quantomeno inutili in quanto le decisioni prese sull’ortopedia di Luino ritengo siano definitivamente consolidate».

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.