Varese News

Opinioni

Pensiero debole e perdente

Un post del senatore Paolo Rossi accende i riflettori sul rapporto fra coerenza politica e potere

paolo rossi
paolo rossi

Dal blog del senatore Paolo Rossi

Quando si è rattrappiti dentro le proprie idee e le proprie convinzioni, diventa difficile provare a capire chi non la pensa come te, dunque è complicato riflettere per poi, eventualmente, accettare.

Non che questo significhi rinunciare al proprio credo, piuttosto il contrario, vuol dire semplicemente valutare davvero l’ idea della contaminazione (si badi bene l’ idea, non l’ automatica contaminazione), una faccenda facile da condividere, ma solo teoricamente.

Questo vale, come sappiamo, per le vicende pubbliche come per quelle private. Fatta la tediosa premessa e scendendo nel ‘volgare’ e contingente agone della politica di oggi, in questo nostro ‘Belpaese’, ha ancora senso e cosa significa, per esempio, considerarsi di sinistra? Non mi riferisco ad una collocazione prestabilita e tradizionale, ma di sostanza, se vogliamo…di merito.

Un tema dunque che sembra marginale, ma che non lo è affatto. Almeno secondo il mio risibile punto di vista.

Parlo in particolare del partito al quale ‘appartengo’ che dovrebbe fermarsi e pensare prima di agire, valutare seriamente gli errori commessi prima di riprendere una corsa, alla rinfusa, verso il ‘potere’.

Di questi tempi questo è fatalmente considerato un pensiero debole e perdente…, superato, in buona sostanza una perdita di tempo in momenti in cui sempre di più occorre invece decidere tutto e subito. Un atteggiamento tipico (considerato ahimè ‘moderno’), fatto proprio da molti attori che stanno dalla mia parte politica, per quel che vale, naturalmente, dirsi di parte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.