Pienone di pubblico al Maga per una domenica di eventi

Oltre duecento persone per l'incontro con Aldo Nove e Milo De Angelis, sala studi colma di studenti e successo per i laboratori per famiglie

Pienone di pubblico al Maga
Oltre duecento persone per l'incontro con Aldo Nove e Milo De Angelis, sala studi colma di studenti e successo per i laboratori per famiglie

Un’area studi colma di studenti fin dalle prime ore del pomeriggio, oltre duecento persone presenti dell’incontro con Milo De Angelis e Aldo Nove, più trenta bambini ai laboratori ed altrettanti in lista di attesa. La domenica al Maga ha fatto il pieno di visitatori che hanno partecipato alle diverse iniziative proposte dal museo, che ha così inaugurato il primo weekend di apertura del nuovo anno.

Galleria fotografica

Pienone di pubblico al Maga 4 di 8

Lo spazio dedicato agli studenti è ormai un punto di riferimento per coloro che vogliono ritrovarsi a studiare e ripetere, raggiungendo Gallarate anche da Varese, Castellanza e Busto Arsizio. I ragazzi trascorrono in Museo molte ore, fruendo del wifi libero e del bar.

I laboratori per famiglie della domenica si confermano tra gli appuntamenti più attesi, offrendo a grandi e piccini un pomeriggio di divertimento all’insegna della creatività. Quest’ultimo chiudeva il ciclo dedicato ai laboratori di Natale. I bambini, invitati a portare un dolce ricevuto dalla Befana, ne hanno realizzato il ritratto portandosi a casa il proprio lavoro.

Pubblico delle grandi occasioni in Sala degli Arazzi per l’incontro con Milo De Angelis e Aldo Nove, introdotti da Franco Buffoni e Alessandro Castiglioni. Il dialogo ha attraversato oltre quarant’anni di storia della poesia italiana, un viaggio tra parole e immagini. I due poeti sono presenti nella mostra “Ritmo sopra a tutto” con le loro opere poetiche messe in relazione con le opere pittoriche degli artisti della collezione del Museo, in occasione del Cinquantesimo di fondazione. Un dialogo tra grandi intellettuali, prima di tutto amici, che rileggendo alcuni passi più significativi della loro produzione, hanno creato una magia unica tra gli Arazzi firmati Missoni.

Tra il pubblico, molti i giovani, che hanno seguito l’incontro che si è concluso con le parole di Vivian Lamarque “Siamo poeti, vogliateci bene, da vivi di più. Da morti di meno, che tanto non lo sapremo”.

Il prossimo appuntamento al Museo Maga è per sabato 14 gennaio alle 18,00 con l’inaugurazione della mostra GenerAction, a cura di Ruggero Maggi per il Melo, all’interno di Officina Contemporanea, rete per la cultura a Gallarate.

di erika@varesenews.it
Pubblicato il 09 gennaio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Pienone di pubblico al Maga 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.