Varese News

Sport

Pronti a ripartire i dilettanti, si scende in campo il 15 gennaio

Ripartono i campionati minori, dall’Eccellenza alla Seconda Categoria. Riprenderà a fine mese la Terza

busto 81
Le immagini dei dilettanti

Dopo la lunga pausa invernale riprenderanno domenica 15 gennaio i campionati dilettanti, dall’Eccellenza alla Seconda Categoria. Ecco cosa ci aspetterà nel girone di ritorno, categoria per categoria, girone per girone.

ECCELLENZA

Due squadre al comando: Arconatese e Verbano che si dividono la vetta a quota 38. Ne rimarrà soltanto una alla fine, ma attenti alle rimonte. Il Busto 81 si è dimostrata matricola terribile e i rinforzi del mercato di riparazione hanno portato maggiore qualità per giocarsi al meglio questo girone di ritorno. Il Pavia non ha sfruttato appieno il turno di recupero, pareggiando 0-0 in casa contro il Fenegrò, ma il blasone e la tifoseria pavese potrebbero portare a completare la rimonta verso il primo posto. In calo nell’ultimo periodo di campionato, cerca riscatto l’Union Cassano, che vuole rientrare nel ballo dei playoff, mentre l’Fbc Saronno dovrà rispondere presente dopo una prima parte d’annata in chiaroscuro. La Sestese si è affidata a mister Fiorenzo Roncari per cercare la salvezza, che in questo momento è lontana 6 punti.
CLASSIFICA: Arconatese, Verbano 38; Busto 81 35; Pavia 34; Fenegrò 26; Union Cassano 25; Ardor Lazzate*, Sancolombano 24; Fbc Saronno 20; Calvairate, Lomellina 19; Trezzano 17; Brera 15; Sestese* 11; Vittuone, Accademia Pavese 10; San Giuliano 8. * Una partita in meno

PROMOZIONE

Dopo un girone di andata al limite della perfezione, la Castellanzese ha la strada in discesa per conquistare il primo posto e il salto di categoria. Dietro ai neroverdi è gran bagarre con Base 96, Gavirate, Vergiatese, Uboldese e Mariano raggruppate in 4 punti. Attenti all’Olimpia, che si è rinforzata con colpi da novanta e che punta decisa a recuperare posizioni. Il Morazzone dovrà trovare maggiore continuità per non correre rischi, mentre tutto è ancora aperto nella zona calda, con Brebbia, Besnatese, Cairate, Tradate e Garbagnate in lotta per evitare l’ultima posizione e la retrocessione diretta.
CLASSIFICA: Castellanzese 40; Base 96 30; Gavirate, Vergiatese 27; Uboldese, Mariano 26; Olimpia 24; Lentatese 22; Castanese, Universal Solaro 19; Morazzone 18; Brebbia 14; Besnatese, Cairate 12; Tradate 11; Garbagnate 10.

PRIMA CATEGORIA

Tutti a caccia della Guanzatese, che grazie ad un finale di 2016 di altissimo livello, si è portata a +5 dalle inseguitrici. Belfortese e Valceresio avranno poco margine di errore per poter insinuare il primo posto, con Cas e Fagnano pronte a dare battaglia per le posizioni di vertice. Gorla Maggiore e Arsaghese possono ancora sperare in un piazzamento playoff, mentre dietro la lotta salvezza è serrata, con sei squadre in due punti: il Viggiù per ora è in vantaggio in classifica, ma la squadra si è largamente ridimensionata con tanti addii importanti. Situazione simile per la Robur Saronno, mentre sperano di recuperare posizioni Vanzaghellese, Mozzatese, Antoniana e Solbiatese. Più indietro l’Union Tre Valli, che al contrario si è rinforzata, il Luino e la Gerenzanese, fanalino di coda con appena 7 punti.
CLASSIFICA: Guanzatese 35; Belfortese, Valceresio 30; Cas 29; Fagnano 27; Gorla Maggiore, Arsaghese 26; Viggiù, Vanzaghellese 17; Robur Saronno, Mozzatese, Antoniana 16; Solbiatese 15; Union Tre Valli 13; Luino 10; Gerenzanese 7

belfortese
Le immagini dei dilettanti

SECONDA CATEGORIA – GIRONE M

La Folgore Legnano ha fatto il vuoto e vanta ben 9 lughezze dalla seconda, il Beata Giuliana che ha chiuso molto bene il 2016. San Marco e San Luigi devono ritrovare la forma migliore, mentre rimane Virtus Cantalupo, Crennese, Ardor e Arnate sperano di riaprire la corsa ai playoff rosicchiando punti al Samarate. La Robur sembra abbastanza tranquilla, così come il Parabiago, mentre dovranno stare attenti Sant’Ilario e Bienate Magnago a non farsi risucchiare nella zona playout da Canegrate, Borsanese e Jeraghese, ultima ma viva.
CLASSIFICA: Folgore Legnano 42; Beata Giuliana 33; San Marco 32; San Luigi 30; Samarate 26; Virtus Cantalupo 23; Crennese, Ardor 20; Arnate 19; Robur 17; Parabiago 15; Sant’Ilario 13; Bienate Magnago 12; Canegrate 10; Borsanese 9; Jeraghese 8.

SECONDA CATEGORIA – GIRONE Z

L’Ispra sembra poter fare campionato a se e il vantaggio di nove punti è un’ipoteca importante. Apertissima la lotta in zona playoff con Casbeno a 29, Insubria e Ternatese a 28, Juve Gemonio e CantelloRasa a 26. Poco più indietro ci sono Calcinatese e Cuassese, mentre sono sicuri a centro classifica Caravate, Buguggiate e Laveno Mombello. Dovranno guardarsi alla spalle Lavena Tresiana e Induno Olona, mentre la lotta salvezza vede il Don Bosco con un punto in più su Ceresium e Cadrezzate, fermi a 10.
CLASSIFICA: Ispra 38; Casbeno 29; Insubria, Ternatese 28; Juve Gemonio, CantelloRasa 26; Calcinatese 23; Cuassese 21; Caravate, Buguggiate 19; Laveno Mombello 18; Lavena Tresiana 16; Aurora Induno 14; Don Bosco 11; Ceresium, Cadrezzatese 10.

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 11 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.