Quando via Marcobi era bellissima

La splendida testimonianza è stata "stanata" da Raffaele Faraci nel gruppo di Facebook "Vecchia Varese", che raccoglie questo e altri memorabilia della città giardino

Varese centro generiche
corso verbano - ora via marcobi

Diciamocelo: anche per i varesini, una via Marcobi così è quasi irriconoscibile.

Eppure, concentrandosi un poco, la parte sinistra è ancora così: i tavolini, per esempio, sono quelli del caffè Bosisio, che ancora oggi accolgono chi beve un caffè o un aperitivo tra le colonne dei portici. Quello che è cambiato totalmente, è lo sfondo a destra: che oggi porta con se una realizzazione in cemento armato del dopoguerra (della Ferro Cementi Armati di Felice Rusconi, che ha realizzato anche  l’edificio di Piazza Diaz a Milano che ospita la celebre terrazza Martini) ma che quando si chiamava ancora “Corso Verbano” la splendida atmosfera di inizio secolo che si nota anche in fotografia.

La cartolina- testimonianza è stata “stanata” da Raffaele Faraci nel gruppo di Facebook “Vecchia Varese“, che raccoglie questo e altri memorabilia della città giardino e conta già quasi 500 partecipanti.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 03 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Quando c’era metà della popolazione attuale.

  2. Scritto da giorgio_martiniossola

    Bellissima foto,lo scempio a mio parere è stato compiuto sul lato destro dove ora sorgono degli orrendi palazzi anonimi che nulla hanno a che vedere con lo stupendo palazzo sulla destra,edificato del 1928 in epoca prefascista. Se Varese fosse stata preservata oggi sarebbe un bellissima città d’arte.