Raccontare il lavoro che cambia con un corto

Questo il tema del Premio Marco Sartori 2017. Chiunque può partecipare al concorso intitolato al compianto presidente dell'Inail fino al 24 marzo

inail marco sartori
inail marco sartori

“Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età” è il tema della quinta edizione del premio nazionale “Marco Fabio Sartori 2017”, indetto da INAIL – Direzione Regionale per la Lombardia e Organismo Paritetico della Provincia di Varese (O.P.P.), in collaborazione con l’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni.

Dedicato al compianto Presidente INAIL, il concorso cerca cortometraggi originali di qualsiasi genere (spot, pubblicità progresso, documentario breve o video creativo), della durata massima di 10 minuti, in grado di “raccontare il lavoro che cambia”, con uno sguardo rivolto alla sicurezza e alla gestione delle risorse umane.

Tra le caratteristiche che le storie dovranno avere risultano infatti “la valutazione del rischio sensibile all’età e il conseguente adattamento dei luoghi di lavoro”, “lo sviluppo e l’attuazione di interventi per la gestione di una forza lavoro che progressivamente invecchia” e “la capacità di collaborare nei luoghi di lavoro tra generazioni differenti”.

Al vincitore del concorso andrà un premio del valore di € 5.000, mentre gli autori delle opere classificate al secondo e terzo posto riceveranno un trofeo. La premiazione si terrà in occasione della serata evento dedicata ai temi della sicurezza sul lavoro, in programma a Milano nella prima settimana di maggio 2017.

I cortometraggi dovranno essere inviati entro il 24 marzo 2017 all’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, in via Magenta 70 a Busto Arsizio. Tutte le informazioni, insieme al regolamento e al calendario, possono essere scaricate dai siti web dell’organizzazione: www.inail.it, www.entibilaterali.va.it, e www.istitutoantonioni.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.