Scrivi il tuo desiderio, a buttarlo nel fuoco ci pensa Varesenews

Lunedì non potrai essere al falò di sant'Antonio e per questo ti struggi, convinta (o convinto) che non ti sposerai neanche quest’anno? niente paura: anche questa volta ci pensiamo noi

Le immagini del falò (inserita in galleria)

Come tutti gli anni, lunedì 16 gennaio alle 21 sul sagrato della chiesa di sant’Antonio Abate, si rinnova una centenaria tradizione varesina, quella del falò di sant’Antonio e un antico rito: gettare il proprio desiderio (di amore, matrimonio, ma non solo) nella pira, perchè sant’Antonio lo esaudisca. In moltissimi vanno in piazza Motta con quella precisa intenzione, anche se non tutti ci riescono.

Da qualche anno, ormai, sapete però che Varesenews si preoccupa anche di loro.

Per chi non potrà essere lunedì al falò di sant’Antonio, oppure per chi ci andrà, ma ha paura di non arrivare fino alla  pira, Varesenews provvede anche quest’anno al servizio: “Scrivi il tuo desiderio, a buttarlo nel fuoco ci pensa Varesenews“.

Con una novità per quest’anno: per garantire l’anonimato, e allo stesso tempo stilare una statistica degli argomenti più richiesti a sant’Antonio, i bigliettini ve li facciamo compilare nel modulo qua sotto. Scrivete e inviate: riceverete una conferma di “avvenuta spedizione” del biglietto e vi faremo sapere anche quali sono i più romantici e curiosi. E alla fine, come sempre, li butteremo nel fuoco per voi.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.