Si rifornivano nei boschi, presi in A8 due spacciatori di Verbania

Accade sempre più spesso che da un normale controllo autostradale saltino fuori quantitativi di droga: sono i "clienti" dei boschi del Basso Varesotto. La Polstrada ne ha arrestati due

polizia stradale a36 pedemontana

Ancora arresti sull‘A8 dei Laghi, ormai famosa per essere una delle tratte preferite da spacciatori e tossicodipendenti che vanno a rifornirsi nei boschi del Basso Varesotto.

Nella serata di martedì 24 gennaio una pattuglia della Sottosezione Polstrada Busto Arsizio – Olgiate Olona ha rinvenuto 30 grammi di sostanza stupefacente (eroina e cocaina) celata all’interno del veicolo e negli indumenti indossati dagli occupanti, in seguito al controllo di un’auto con a bordo due persone, all’altezza dello svincolo autostradale di Origgio Autostrada A8 dei Laghi.

Il controllo, grazie alla perspicacia degli operatori, è stato effettuato in quanto l’atteggiamento dei due, entrambi trentenni, ha destato immediatamente sospetto.

Da un controllo più approfondito è emerso, infatti che i due individui avevano precedenti specifici per possesso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e provenivano dalla provincia di Verbania. Verosimilmente si erano recati in uno dei tanti boschi ormai preda di spacciatori, per acquistare la droga da rivendere poi nelle proprie zone.

I due sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.