Torna “pensiero in scena”: proposte filosofiche e teatrali

Lunedì 23 gennaio, primo di tre appuntamenti della rassegna che propone conferenza di filosofie collegate a spettacoli teatrali. Una formula nata al liceo Cairoli e che è cresciuta nel tempo

pensiero in scena liceo cairoli
liceo cairoli varese

«Un’offerta culturale accessibile su temi poco conosciuti, mescolando forme d’arte diverse. Per questo siamo grati a chi porta avanti questo tipo di manifestazioni e permette una molteplicità di stimoli». Lusinghiero il giudizio che l’assessore alla Cultura del Comune di Varese Roberto Cecchi ha riservato alla quarta edizione di “Pensiero in scena”, la rassegna che abbina teatro a conferenze, aperta alla città e, in particolare modo, agli studenti.

Lunedì prossimo 23 gennaio in Sala Montanari a Varese il professor Mauro Bonazzi docente di filosofia antica dell’Università degli Studi di Milano affronterà il tema “Da Omero a Platone” collegandolo allo spettacolo di giovedì 26 gennaio al teatro Nuovo in viale dei Mille “Odissea” che vedrà protagonista Mario Perrotta.

Secondo appuntamento, sempre in Sala Montanari, è fissato per lunedì 27 febbraio. Relatore sarà Federico Vercellone, docente di Estetica all’Università degli Studi di Torino, che parlerà della filosofia di Dostoevskij anticipando il tema dello spettacolo teatrale “Ivan” tratto dai Fratelli Karamazov che Letizia Russo e Fausto Russo Alessi porteranno in scena, sempre al Nuovo, giovedì 9 marzo.

Chiuderà questa quarta edizione di “Pensiero in scena” il professor Gianmarco Gaspari, docente di Letteratura italiana all’Università dell’Insubria, che parlerà di Giacomo Leopardi, anticipazione dotta dello spettacolo “De Revolutionibus. Sulla miseria del genere umano” di e con Giuseppe Carole e Cristiana Masi.

L’idea di abbinare un approfondimento culturale agli spettacoli teatrali è dei professori la Forgia e Petrucciani, entrambi docenti del liceo Cairoli di Varese. Una proposta partita prima all’interno della stessa scuola e che è poi cresciuta nel corso degli anni coinvolgendo anche studenti di altre scuole e spettatori di altro tipo. Anche quest’anno, sono oltre cento i liceali che hanno aderito alla doppia offerta culturale nata in una scuola che ha deciso di investire molto nell’aperta al territorio.

Partner teatrale è ancora una volta Adriano Gallina impegnato nella promozione di percorsi teatrali differenti: « Abbiamo iniziato quasi in sordina riprendendo una vecchia tradizione. Abbiamo visto crescere di anno in anno l’interesse e quest’anno siamo decisamente soddisfatti dell’accoglienza riservata al programma Gocce in cui è inserita “pensiero in scena”».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.