Torna SolbiaTeatro con “Un medico…su misura”

Lo spettacolo della Compagnia della Crocetta andrà in scena sabato al Centro socio-culturale di via dei Patrioti

Gli studenti ballano per Accumoli

Sabato 21 gennaio primo appuntamento della rassegna SolbiaTeatro giunta quest’anno all’ottava edizione. Si inizia con una compagnia che ha già solcato il palco del Centro socio culturale di via dei Patrioti. Tornano infatti i grandi attori della Compagnia della Crocetta, che tanto ha divertito il pubblico solbiatese negli anni passati.

Porteranno in scena una versione inedita di loro stessi. Una commedia in italiano, dopo tante commedie in dialetto lombardo, che non deluderà il pubblico solbiatese. Lo spettacolo che mettono in scena si intitola “Un Medico… su misura”, storia di fine 1800 tradotta e riadattata per divertire il pubblico odierno.

Scambi d’identità, sotterfugi, equivoci, amori segreti sono gli elementi base per questa divertente commedia ambientata nell’abitazione di un medico, il dottor Martini, sposato con Yvonne. La sera prima Martini si reca al ballo dell’Opera per incontrare la bella Susanna Alberti, da lui corteggiata. Tornato a casa ed avendo dimenticato le chiavi, per non far
insospettire la moglie, trascorre la notte all’aperto.

La moglie si accorge, di prima mattina, che il marito non è in camera e lo sospetta di infedeltà. Martini cerca di discolparsi raccontando di aver trascorso la notte al capezzale del suo amico Bassetti gravemente ammalato.

Subito dopo giunge a casa Martini l’amico Bassetti, il quale sta cercando di dare in affitto degli appartamenti di sua proprietà. Entra quindi in scena la madre di Yvonne, la combattiva Signora Clotilde, che si rende conto dell’esistenza di problemi nel matrimonio della figlia. Martini, per poter continuare ad incontrare Susanna, finisce per prendere in affitto un appartamento di Bassetti che in precedenza era stato occupato da una sarta. Comincia qui una girandola di equivoci, avvenimenti e colpi di scena che terranno lo spettatore incollato alla poltrona fino alla chiusura del sipario.

L’attualità di questa datata commedia, scritta nel 1896, sta nel fatto che il pubblico di oggi, vedendo questo genere di teatro leggero e farsesco, non lo considera come figlio di un’epoca passata e superata, ma coglie in esso una relazione con il presente e con la società attuale. Per informazioni e prenotazioni vi invitiamo a scrivere un’email a info@fuoridallequinte.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.