Un regolamento per le associazioni che collaborano con l’ASST Sette Laghi

Entro il 30 marzo, tutte le associazioni dovranno registrarsi in un apposito registro. È previsto un iter preciso e l'ammissione finale da parte dell'ASST

I volontari dell'accoglienza all'ospedale di Circolo
Sono persone dislocate in tre punti diversi del Circolo per aiutare gli utenti a orientarsi e raggiungere l'ambulatorio necessario

Dal primo gennaio 2017 è entrato in vigore il Regolamento per la collaborazione tra le Associazioni di Volontariato e l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale dei Sette Laghi.

In particolare, il nuovo Regolamento prevede l’istituzione di un registro delle Associazioni, a cui devono fare richiesta di iscrizione entro il 30 marzo 2017 tutte le Associazioni che intendono avviare una collaborazione con l’ASST, sia che vogliano inserire dei volontari in reparti o strutture aziendali, sia che preferiscano collaborare dall’esterno.

In entrambi i casi, è necessario compilare l’apposita richiesta di iscrizione al Registro, allegando la documentazione indicata dal Regolamento, che è poi quella prevista dalle leggi che disciplinano l’attività di volontariato sia a livello nazionale, sia a livello regionale.

Nel dettaglio, la richiesta di iscrizione al Registro Aziendale deve essere compilata secondo il modello di cui all’Allegato A1, che trovate qui sotto, e che deve contenere:
- i dati identificativi del legale rappresentante dell’Associazione;
– la copia dell’atto costitutivo e dello statuto dell’Associazione;
– gli estremi di iscrizione al registro regionale o al registro provinciale delle Associazioni;
– la descrizione sintetica della missione, delle attività svolte nel triennio precedente e delle attività che l’Associazione intende svolgere; inoltre, solo per leAssociazioni a cui afferiscono volontari che intendono svolgere il proprio servizio nelle strutture dell’ASST, l’indicazione delle eventuali strutture della ASST all’interno delle quali l’Associazione intende operare, specificando per ogni struttura le modalità concrete in cui il servizio dei singoli volontari verrà espletato (Allegato A3 per le Associazioni con volontari nelle strutture dell’ASST, Allegato A3bis per le Associazioni senza Volontari nelle strutture dell’ASST);
– la copia delle polizze assicurative in corso, come previsto dalla normativa vigente sul volontariato (o almeno l’autocertificazione di averle regolarmente stipulate o rinnovate) di cui all’Allegato A4;
– il numero dei volontari che, eventualmente, intendono operare nelle strutture dell’ASST e il relativo elenco con l’indicazione delle eventuali cariche ricoperte all’interno dell’Associazione (solo per le associazioni a cui afferiscono volontari che intendono svolgere il proprio servizio presso strutture dell’ASST) di cui all’Allegato A5.
– la dichiarazione di non versare in situazioni di incompatibilità e/o di potenziale conflitto di interesse, comprensiva dell’impegno a comunicare tempestivamente eventuali situazioni di incompatibilità e/o conflitto di interesse, anche potenziale, che dovessero insorgere.

Una volta ricevuta la richiesta, l’URP ne verifica la completezza e la regolarità e provvede quindi ad acquisire il parere della Direzione Medica di Presidio o della Direzione di Area territoriale, secondo competenza, la quale, a sua volta, acquisisce, ove ritenuto necessario, il parere di eventuali altre strutture aziendali.

Completata l’istruttoria, l’URP provvede, a chiedere alla Direzione Socio Sanitaria Aziendale l’autorizzazione a procedere all’iscrizione dell’Associazione al Registro e, in caso positivo, a darne comunicazione all’Associazione interessata, alla Direzione Medica di Presidio o alla Direzione di Area territoriale competente e alle strutture coinvolte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.