Una serata sul video reportage

Incontro sabato 14 gennaio con Raffaele Masto, giornalista che ha lavorato come inviato in Medio Oriente, America Latina e soprattutto in Africa

Avarie
Foto varie

Dopo la bella serata con il documentarista Maurizio Fantoni Minnella e Padre Piero Masolo, missionario del PIME,ecco il prossimo appuntamento che si terrà sabato 14 gennaio alle ore 21 sempre presso la Sala Montanari a Varese.

Raffaele Masto, giornalista e inviato di Radio Popolare, proporrà una serie di video reportage che fra le tante tragedie, riflettono sui tentativi di riscatto che compaiono in Africa in modo inatteso, nel lungo sforzo di trovare una propria strada di sviluppo.

L’Africa sta cambiando. In ogni aspetto della società: cultura, attualità, costume, religione, arte, sport, viaggi, solidarietà.
Raffaele Masto ha lavorato come inviato in Medio Oriente, America Latina e soprattutto in Africa, luogo dove ha preso ispirazione per scrivere molti dei suoi saggi oltre che per realizzare documentari e reportage di carattere politico, sociale e antropologico che vengono attualmente diffusi in tutto il mondo.

Tiene un blog della rivista “Africa” dei Padri Bianchi per presentare gli africani come soggetti che hanno da dire qualcosa senza seguire cliché e luoghi comuni. Soggetti che a volte propongono una visione del mondo – dell’economia, della politica, della sociologia – che può essere utile anche a chi ha l’impressione di essere l’unico soggetto del progresso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.