“Una vita da gregario”: la storia di Andrea Noé a Gallarate

Venerdì 10 febbraio al Teatro del Popolo la presentazione del volume autobiografico scritto dall'ex corridore con Andrea Ballocchi

vincenzo nibali andrea noé libro

Il grande ciclismo non è fatto solo dagli assi capace di vincere Tour, Giro, Fiandre o Roubaix, ma anche di tutti quei corridori al fianco dei campionissimi, quelli che ogni giorno lavorano dietro le quinte alle imprese dei capitani.

Uno di loro, in tempi recenti, è stato senza dubbio Andrea Noè, detto Brontolo, milanese di classe 1969, per tanti anni protagonista nella pancia del plotone dei professionisti. Mica una schiappa, ci mancherebbe: due quarti posti e un sesto al Giro d’Italia negli anni “buoni”, una vittoria di tappa (San Marino, 1998) e due giorni in maglia rosa nel 2007. Però queste sono state ciliegine di una carriera fatta soprattutto di servizio ai capitani delle sue squadre; tanti, visto che si è ritirato a 42 anni con sedici partecipazioni al Giro.

Per questo motivo, la sua autobiografia fresca di stampa si intitola proprio “Una vita da gregario”, con un’aggiunta ulteriore in copertina: “Un ciclista appassionato”. Quel che è stato “Brontolo” nel gruppo, in fin dei conti. Ora, a qualche anno dal ritiro, è venuto il momento anche per Noé di raccontarsi: lo ha fatto in questo volume (Edizioni “La memoria nel mondo”) scritto a quattro mani con Andrea Ballocchi, che sarà presentato a Gallarate il prossimo venerdì 10 febbraio al Teatro del Popolo (ore 21).

Un’occasione per parlare di ciclismo a tutto tondo, con Ballocchi che racconterà alcune delle vicende che hanno visto protagonista Noé in gruppo (l’ex corridore non potrà esserci per impegni lavorativi) e magari anche per inquadrare la stagione futura di Vincenzo Nibali, che di “Brontolo” (i due insieme nella foto) è stato capitano alla Liquigas e che è l’autore della prefazione del libro.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.