Vanzulli: “Nessun regalo ai dirigenti, ma una diversa gestione delle risorse”

Il vicesindaco Pier Angela Vanzulli, chiarisce le variazioni di bilancio discusse ed approvate nell'ultima seduta consiliare

Il consiglio comunale di Saronno, tutti i consiglieri

“Non ho intenzione di tornare sulle motivazioni che hanno portato questa Amministrazione in Consiglio Comunale ad  effettuare una variazione relativa alle spese per il personale, dipendenti e dirigenti, in quanto già il Sindaco Fagioli ha ampiamente motivato tale scelta. Vorrei portare l’attenzione sui numeri che attestano ben altro rispetto ad un “regalo del Sindaco per 220mila euro ai dirigenti” .

Inizia così una nota del vicesindaco e assessore al Bilancio del Comune di Saronno Pier Angela Vanzulli, che spiega: “La variazione portata in Consiglio Comunale equivaleva a 126.400,00 euro e comprendeva sia la parte di aumento del Fondo relativo ai Dirigenti con un incremento della indennità di posizione fissa, che una parte riguardante degli spostamenti di cinque dipendenti comunali da un ufficio all’altro.

Non ci sono state spese in più perché è dai risparmi, minori spese,  rilevati a detti capitoli concernenti il personale che si sono trovate le risorse per effettuare le operazioni di cui sopra.

Questo per portare maggiore chiarezza e soprattutto per sottolineare che la cifra di 220mila euro non è certo quella che è stata stanziata.

Il Fondo del Personale Dirigente nel 2015 equivaleva a 220.000,00 euro, nel bilancio 2016 era stato diminuito perché si era ridotto il numero dei dirigenti da 5 a 4. In seguito si è deciso di mantenere invariato il Fondo come nel 2015 e di ripartire la differenza tra i 4 dirigenti rimasti.

Una parte della variazione è andata quindi a ripristinare il Fondo. Sottolineo che la variazione complessiva  non riguardava solo il Fondo, per esempio vi si trova anche una quota relativa al Segretario Comunale. Per uno dei quattro dirigenti l’aumento è stato minimo in quanto aveva già una indennità di posizione alta.

Per quanto riguarda invece l’asilo Regina Margherita, nel 2016 abbiamo stanziato e liquidato la somma di 90mila euro ed entro metà gennaio daremo ulteriori 15mila euro.

Abbiamo poi dato, con questa ultima variazione di anno, la somma di 22mila euro che era dovuta, da anni, all’Asilo e non era mai stata liquidata, per delle spese di adeguamento richieste dai Vigili del Fuoco, che furono fatte anche sulla proprietà del Comune occupata dall’Asilo.

Ritengo che il totale di 105.000,00 euro sia una somma importante che la nostra Amministrazione ha garantito anche in questo anno 2016 a detta struttura.

Non dobbiamo però non rilevare che le iscrizioni , a quanto ci consta sapere, sono diminuite di  20 unità e che, se questo trend dovesse essere, come rilevato anche dai dati dell’anagrafe, in continua discesa, si dovrà, da parte del Consiglio di Amministrazione della struttura, fare delle attente riflessioni sui costi fissi”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.