Varese, un punto senza spunti

A Borgosesia i biancorossi chiudono sullo 0-0 una partita praticamente senza tiri in porta

Varese - Folgore Caratese 1-0
Varese - Folgore Caratese 1-0

Il giorno dopo l’ennesimo colpo di scena societario, con le dimissioni del presidente Ciavarrella, non arrivano scosse dal campo per il Varese. A Borgosesia, contro un’avversaria imbattuta in casa, i biancorossi conquistano un punticino (0-0) utile solo per una classifica, che resta ancora una volta bloccata nelle parti alte.

Di buono la squadra di Baiano ci mette l’atteggiamento, perchè la difesa si mostra ben organizzata e il centrocampo prova a mettere pressione e non si tira indietro quando c’è da lottare per il pallone; se l’impegno c’è il gioca invece latita visto che la squalifica di Vingiano ha tolto ai biancorossi anche quel po’ di fantasia in mezzo al campo. Il rettangolo di gioco, particolarmente stretto, e il terreno in sintetico hanno fatto il resto: squadre bloccate, corsie intasate (ne fanno le spese Becchio e Rolando, inconcludenti), occasioni praticamente azzerate su entrambi i fronti. Buon per il Varese e per le altre pretendenti alla promozione che la Caronnese sia stata fermata sull’1-1  a Carate Brianza (al ’94) altrimenti per i biancorossi si sarebbe aperto un divario di quattro punti. Certo però che l’inizio del girone di ritorno sta riservando un cammino da tartarughe. Se si vuole tornare a correre bisogna ripartire subito, magari da Voghera dove potrebbe esordire bomber Gucci, in attesa che in società si faccia chiarezza sul futuro.

 CALCIO DI INIZIO – Grossa novità nello schieramento messo in campo da Baiano: Giovio resta a sedere e lascia spazio tra i quattro under a Lercara, in campo in avanti ad affiancare Moretti, preferito a Scapini. Il modulo è di nuovo il 4-4-2, con la coppia di mediani esperti Gazo-Bottone a fare legna in mediana contro il 4-3-3 messo in campo da Dionisi, in cui l’ex primavera biancorossa Zamparo è al centro dell’attacco, con Tomaselli e lo spagnolo Perez ai lati.

IL PRIMO TEMPO – Quarantacinque minuti bloccati come pochi. Di fatto l’unico tiro in porta con qualche velleità arriva dal piede di Moretti dopo appena 3′, a causa di una incertezza di Gusu che lascia palla e battuta al centravanti. Libertazzi tuttavia è pronto e respinge. Da quel momento in avanti sul taccuino finiscono solo due annotazioni: il giallo a Nava speso su un Lercara vivace, che le prende e le dà, e l’infortunio muscolare occorso a Gazo dopo la mezz’ora. Il mediano, dopo un contrasto, si tiene la parte posteriore della coscia e va a terra: uscirà sostenuto da due compangi. Al suo posto si rivede Cusinato, preferito al nuovo acquisto Benucci.
Le due squadre nel frattempo giocano solo a centrocampo: Varese più in pressione nella prima metà, Borgo che piano piano guadagna qualche metro, ma non si va oltre qualche schermaglia. Nel finale brividino: Pissardo sbaglia un rilancio di piede, ma para senza alcun problema il tiro debole e rasoterra di Zamparo.

IL SECONDO TEMPO - Baiano e Dionisi nell’intervallo non cambiano nulla anche se l’allenatore del Varese sceglie, dopo dieci minuti, di giocare la carta Innocenti al posto di Lercara. Chi si aspettava però una partita più aperta e magari squadre più allungate è rimasto deluso: anche nella ripresa infatti non si segnalano occasioni pericolose. Il Varese ci prova, si fa per dire, due mezze volte con Innocenti (tiro alto) e con Rolando che spreca una punizione calciando alle stelle. I padroni di casa cercano qualche volta il giovane talento Tomaselli che però è sempre ben controllato dalla difesa attenta di Baiano; il più pericoloso è quindi Zamparo che va a colpire in un paio di occasioni senza però creare problemi. Anche il Borgosesia spreca una punizione da ottima posizione (ammonito Viscomi nella circostanza) con Di Lernia che scavalca la barriera ma calcia troppo centrale. Nel finale ultimo tentativo di Zamparo ma Luoni e compagni fanno buona guardia. La partita finisce con uno 0-0 insipido e dimenticabile, anche perchè il Varese ora ha ben altre gatte da pelare sul piano societario.

SEGUE SERVIZIO COMPLETO

BORGOSESIA – VARESE 0-0

BORGOSESIA (4-3-3): Libertazzi; Masella (Boateng dal 39′ st), Gusu, Bruzzone, Pavan; Di Lernia, Nava (Clausi dal 32′ st), Canessa; Perez, Zamparo, Tomaselli. All. Dionisi. A disp.: Fiorio, Erba, Virga, Augliera, Testori, Vita, Mauceri.
VARESE (4-4-2): Pissardo; Talarico, Luoni, Viscomi, Bonanni; Rolando (Giovio dal 39′ st), Bottone, Gazo (Cusinato dal 33′ pt), Becchio; Lercara (Innocenti dall’11 st), Moretti. All. Baiano. A disp.: Grillo, Simonetto, Ortolani, Granzotto, Benucci, Scapini.
ARBITRO: Politi di Lecce (Gallorini e Baldini).
NOTE. Giornata fredda e serena, terreno sintetico. Ammoniti: Nava, Viscomi, Libertazzi, Moretti, Zamparo. Calci d’angolo: 1-0. Recupero: 2′ e 4′.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 29 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.