Via alla stagione 2017: sogni, ambizioni e ruoli dei corridori varesotti

Il plotone dei "pro" della nostra provincia è di 5 unità, anche se Chirico è senza squadra. Santaromita il veterano; Alafaci, Ravasi e Foti la linea verde

corridori ciclismo varesotti 2017

Quattro più uno, un gruppo svecchiato nel giro di un paio d’anni, non molte speranze di puntare in alto nel breve periodo ma un futuro che può essere interessante.

Il ciclismo varesotto non ha in questo momento le “punte” del passato recente né quel gruppone che a cavallo del 2000 valeva da solo una squadra di medio-alto livello, però mette in sella cinque corridori piuttosto futuribili, in cui l’unico veterano – Santaromita – compirà 33 anni ad aprile e ha ancora molto da dare.

Quattro più uno, dicevamo in apertura, perché Luca Chirico non ha purtroppo ancora una squadra dopo il divorzio con la Csf Bardiani. Luca non è un campione ma è un corridore valido e un ragazzo con le gambe buone e la testa sulle spalle: per quanto può valere il nostro appello, garantiamo che chi lo ingaggia fa un affare. Ecco quindi l’elenco completo dei nostri corridori, con data di nascita, vittorie e squadra di appartenenza: segnatevi i nomi, faremo insieme il tifo per tutti loro.

ciclismo corridori varesini

Eugenio ALAFACI (1990 – 1 vittoria) – Trek Segafredo (Usa)

A 26 anni compiuti, Alafaci è ormai una certezza per il nostro ciclismo, visto che da anni è una pedina stabile di una squadra di World Tour, anche di primo piano (da quest’anno con Ivan Basso nello staff, tra l’altro). Ruota veloce ma non così tanto da disputare gli sprint in prima persona, Alafaci si è messo da tempo al servizio degli sprinter garantendosi il ruolo di spalla e apripista dell’attuale campione d’Italia, Giacomo Nizzolo. Una collocazione che gli garantisce la partecipazione a molte gare importanti a partire dalla Sanremo e dal Giro d’Italia, i due obiettivi più importanti della prima metà di stagione. Oltre a pilotare gli sprint, Eugenio è corridore specializzato in ruoli di gregariato di alto livello, ma quest’anno potrebbe avere anche qualche opportunità per mettersi in mostra soprattutto quando la Trek non avrà in gruppo sprinter di riferimento. Si comincia subito, in Argentina e ad Abu Dhabi.

luca chirico ciclismo

Luca CHIRICO (1992) – Svincolato (-)

Un Giro d’Italia (2015) portato a termine, una buona esperienza per la propria età, la capacità di “tenere” in salita e di dare una mano a capitani che hanno bisogno di un supporto quando la strada sale. Luca Chirico è tutto questo, e un po’ ci si stupisce che il ragazzo di Porto Ceresio sia attualmente senza squadra. Conclusa l’avventura alla Bardiani-Csf (buon primo anno, ma nel secondo i rapporti si sono deteriorati), Chirico ha provato con una squadra di World Tour ma purtroppo l’occasione è sfumata. Ora guarda all’estero per rimettersi in gruppo. 

ciclismo corridori varesini

Carmelo FOTI (1994) – Leopard (Lux)

A metà del 2016 il 22enne Foti, nato in Calabria ma residente da tanti anni a Somma Lombardo, si è ritrovato catapultato nel mondo del ciclismo professionismo. Una novità graditissima, anche considerando la squadra in cui “Melo” si è trovato a pedalare: la Leopard è il serbatoio della Trek-Segafredo e in passato è già stata la rampa di lancio per Alafaci. Il team è composto esclusivamente da giovani promesse, gareggia nel circuito europeo (in calendario anche diverse gare al Nord, tra Belgio e Olanda) e non avendo veri capitani concede ai corridori di volta in volta più in forma di giocarsi le proprie possibilità. Una formula che Foti vuole sfruttare al meglio: passista veloce, il giovane di Somma può lasciare il segno in volate ristrette e sta cercando di migliorare in tutti i terreni. Dopo qualche mese di apprendistato (in cui dovette ricalibrare completamente la preparazione) nella scorsa stagione, ora è pronto a farsi notare. 

ciclismo corridori varesini

Edward RAVASI (1994 – Neoprof) – UAE Abu Dhabi (EAU)

Ora si fa “sul serio” al 100%. Al termine di una carriera giovanile a tratti esaltante, il giovane corridore di Besnate ha l’occasione di iniziare a fare strada anche tra i professionisti, cominciando con una casacca “esotica” ma dal cuore italiano, visto che il team ricalca la vecchia Lampre e soprattutto partecipa fin da subito alle gare di World Tour. Per Ravasi, che nelle ultime due stagioni ha già preso parte a diverse competizioni “pro”, la possibilità di confermare le ottime prove mostrate da under sia in salita, sia nelle corse a tappe. Secondo al Tour de l’Avenir, una tappa e 5° posto al “Val d’Aosta”: classe e gamba vanno coltivate ma la base è senza dubbio interessante. 

ciclismo ivan santaromita

Ivan SANTAROMITA (1984 – 3 vittorie + 3 cronosq.) – Nippo-Fantini (Ita)

Due anni difficili con l’Orica Green Edge, uno poco utile vestendo la maglia della Skydive Dubai, squadra degli Emirati di profilo inferiore al previsto. Dopo la maglia tricolore datata 2013, per Ivan Santaromita sono arrivate poche soddisfazioni: per questo il 32enne di Clivio ha scelto di tornare in Italia, in una formazione di medio livello che però garantisce serietà e partecipazione a corse importanti.
Con la Nippo-Fantini “Santino” sta ritrovando entusiasmo e andrà a formare un terzetto di corridori esperti insieme a Damiano Cunego e Julian Arredondo. E chissà che prima o poi non ci scappi un’altra vittoria.

STORICO – Ecco dov’erano i varesini negli anni scorsi: 2016 – 2014 – 20132012201120102009

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.