Gli occhiali di Gandhi sono stati anche a Sanremo

Il progetto "Guardare il mondo con gli occhi di Gandhi" è stato protagonista anche del Festival di Sanremo appena conclusosi

Gli occhiali di Gandhi

Il progetto GUARDAREILMONDOCONGLIOCCHIDIGANDHI è stato protagonista anche del Festival di Sanremo appena conclusosi. Per la 67esima edizione del Festival della canzone italiana la The Boga Foundation ha messo a disposizione gli occhiali di Gandhi ed ha permesso ai vari artisti in competizione, di indossare il prestigioso simbolo e realizzare uno scatto fotografico che andrà a ampliare la collezione di foto di personaggi e gente comune che hanno aderito all’iniziativa.

Galleria fotografica

Nuovi volti per "Guardare il mondo con gli occhi di Gandhi" 4 di 30

In queste foto Lele (vincitore giovani), Ermal Meta (premio critica) e Marco Masini. «Indossare gli occhiali di Gandhi è un gesto simbolico – spiegano dalla fondazione dei fratelli imprenditori tradatesi -, di grande impatto, che vuole essere un chiaro messaggio di solidarietà e di visione pacifista. Il progetto “guardareilmondocongliocchidiGandhi” prodotto e realizzato dalla The Boga Foundation, ha visto nei mesi scorsi una serie di testimonial, provenienti da vari campi: cultura, politica, sport, spettacolo, lavoro, che si sono fatti fotografare indossando gli occhiali originali di Gandhi, simbolo di una visione illuminata, non violenta e tollerante».

I vari scatti fotografici saranno inseriti sul sito ufficiale della progetto e sui social di riferimento e parteciperanno a comporre un libro fotografico. Il volume accompagnerà la mostra in giro per l’Italia e parte dei ricavati andranno devoluti a favore di una serie di associazione che operano nel campo dell’associazionismo in India.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Nuovi volti per "Guardare il mondo con gli occhi di Gandhi" 4 di 30

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.