La Finanza ha perquisito il Molina

Gdf alla casa di riposo: acquisizioni di carte, computer. Gli agenti sarebbero andati anche a casa di alcuni dipendenti

Fondazione Molina Varese
Fondazione Molina Varese

La Guardia di finanza ha effettuato un’ispezione alla Fondazione Molina, martedì 14 febbraio, acquisendo una serie di documenti, carte e computer relativi alla gestione della casa di riposo.

C’è massimo riserbo sui motivi dell’accesso degli inquirenti, ma secondo indiscrezioni si tratterebbe di vicende connesse con la gestione finanziaria dell’ente. La finanza, e in particolare il nucleo di polizia tributaria sta lavorando su mandato della Procura della Repubblica: la gdf si sarebbe fatta consegnare diversa documentazione, ma dalle prime informazioni raccolte emerge che siano state effettuate anche delle perquisizioni a casa di dipendenti della Fondazione.

Tuttavia occorre molta prudenza nel raccontare la vicenda. Se vi sia un’inchiesta con indagati, o siano semplici ricognizioni senza che nessuno sia finito nel registro degli indagati è ancora prematuro dirlo. Di certo, la notizia potrebbe confermare che ci sia ancora qualcosa da chiarire su quanto avvenuto alla Fondazione Molina.

Com’è noto, i prestiti concessi dalla precedente gestione (oggi si è tenuta una udienza al tar) hanno sollevato qualche critica e una indagine del consiglio regionale, dopo che l’autorità sanitaria regionale ha dichiarato la decadenza del cda retto da Campiotti.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 15 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.