La giunta dà il via libera al bilancio di previsione

Sarà portato in consiglio comunale il 6 marzo. "Non prendiamo in giro nessuno" dicono sindaco e assessore, criticando la giunta Guenzani

comune gallarate municipio apertura
comune gallarate municipio apertura

La giunta Cassani ha votato il bilancio di previsione del triennio 2017-2018-2019. La manovra finanziaria “muove” nell’anno in corso, tra entrate e uscite, un totale di oltre 50 milioni.

Il documento di previsione finanziaria sarà presentato in consiglio comunale il prossimo 6 marzo. L’iter, dopo i successivi quindici giorni, prevede il ritorno in aula per l’approvazione definitiva. Nelle due settimane di “mezzo” spazio alla commissione Bilancio per eventuali aggiustamenti. «Siamo partiti dalla ferma volontà di non prendere in giro nessuno» è il commento del sindaco Andrea Cassani. «Le nostre previsioni sono realistiche, a differenza di quelle della passata amministrazione». E ancora: «Pur con rinunce importanti in tutti i settori, siamo riusciti a triplicare le risorse riservate ai servizi di vigilanza e sicurezza. Quasi raddoppiati anche i contributi al Distretto urbano del commercio e abbiamo anche ritoccato verso l’alto i fondi per le società sportive. Infine, mantenuti pressoché invariati i contributi per l’istruzione e la cultura».

«Oggi, con il voto favorevole al bilancio triennale, si è dato il via all’iter amministrativo più importate della giunta» commenta invece Moreno Carù, vice sindaco e assessore alla partita. «Si tratta di previsioni che devono per forza fare i conti con la dura realtà: la proposta che porteremo in aula consiliare è la migliore possibile, in base all’attuale momento economico. Carù parla genericamente di «sorprese negative dal bilancio previsionale 2016» (l’ultimo dell’amministrazione Guenzani) e richiama due minori entrate: parla del «drastico calo degli oneri di urbanizzazione», citando una serie storica molto ampia («siamo passati dai 7 milioni di euro di inizio secolo al milione e 300mila euro dell’anno scorso»). L’altro aspetto è una critica alle scelte della precedente amministrazione: «non abbiamo più la gallina dalle uova d’oro, ovvero Commerciale Gas», che Carù dice «svenduta dall’esecutivo Guenzani» (sulla scelta sempre divergenti sono state le valutazioni tra centrodestra e centrosinistra).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.