La storia a fumetti, una serata con BeccoGiallo

Al Quarto Stato incontro con l'editore di Padova che ha dato un volto nuovo al fumetto di denuncia sociale, tra reportage, cronaca e memoria

Cardano al Campo
Cardano al Campo generico

Una serata di fumetti d’autore al circolo Quarto Stato di Cardano al Campo, che venerdì 17 febbraio ospita Becco Giallo, l’editore padovano specializzato in libri a fumetti storici, di denuncia sociale, di reportage.

Dando spazio a storie e autori, Becco Giallo ha rivoluzionato a suo modo il settore del fumetto italiano: l’editore di base a Padova – nato da subito con una forte carica militante – ha dato continuità e riconoscibilità ad una forma particolare di fumetto “lungo”, quella che si concentra sulla storia, sulla denuncia sociale, sul reportage. È una forma che ha ovviamente grandi maestri internazionali (impossibile non citare i reportage di Joe Sacco) ma anche in Italia, in cui anzi il fumetto di denuncia rappresenta una delle prime forme di fumetto “alto” sperimentate, con le tavole di controinformazione di “Un fascio di bombe”, firmato da Alfredo Castelli, Milo Manara e Mario Gomboli nel lontano 1970.

Al Quarto Stato sarà ospite il Direttore Editoriale di BeccoGiallo – Guido Ostanel – per una chiaccherata senza filtri, per conoscere chi sta dietro i libri pubblicati, gli aneddoti, i dietro le quinte, le ragioni, le paure e gli obiettivi di una casa editrice che da 10 anni si impegna nella divulgazione della storia italiana, dell’impegno civile, della memoria di personaggi scomodi. Dalla dura storia Ilaria Alpi alla poesia De Andrè, dallo scanzonato Peppino Impastato agli intrighi dietro la storia di Enrico Mattei, dalle stragi fasciste all’estro calcistico di Maradona.

Appuntamento venerdì 17 febbraio: dalle 19.30 possibilità di cenare con il menù del giorno o con il ricco menù del Circolo; dalle 21.30 Presentazione del BeccoGiallo. L’ingresso al Circolo Quarto Stato è sempre libero e gratuito, la prenotazione è consigliata per la cena.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 15 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.