Pannelli e pompe di calore: la Pellico diventerà a “consumo zero”

Oltre 6 milioni di euro per rifare il 65% del patrimonio scolastico immobiliare. È quanto ha annunciato il sindaco Galimberti ai genitori che hanno preso parte alla giunta aperta

giunta aperta varese

Una scuola a impatto zero. La giunta di Varese ha deciso di abbattere i costi energetici della scuola media Pellico di Varese grazie a pannelli fotovoltaici, solari e pompe di calore. Per trasformare lo stabile e renderlo ecosostenibile verranno stanziati 2,8 milioni di euro e i lavori termineranno a dicembre 2018. 

È la novità principale del corposo piano di interventi di edilizia scolastica annunciati dal Sindaco Galimberti accompagnato dagli assessori Civati, De Simone, Dimaggio, Zanzi e Molinari ai genitori intervenuti alla seduta di giunta aperta che si è svolta alla secondaria di primo grado Pellico.
Gli interventi riguarderanno 28 edifici, il 65% della dotazione immobiliare scolastica di Palazzo Estense. La spesa definita è di oltre 6 milioni di euro che verranno recuperati grazie ad alcuni commi della Legge di Bilanco approvata dal Governo che consente importanti opportunità per la riqualificazione delle scuole.

Ora la giunta deve presentare entro il 20 febbraio il suo piano di intervento alla Presidenza del Consiglio. Entro il 5 marzo prossimo si saprà se procedere con le fasi esecutive.

«Sono molto felice di inaugurare questa nuova iniziativa delle giunte aperte che ripeteremo spesso nel corso del nostro mandato – ha affermato il sindaco Davide Galimberti  – Presentare il Piano per gli investimenti per le scuole direttamente in un plesso scolastico vuole essere un segnale del coinvolgimento dei cittadini ma anche una testimonianza dell’importanza che la nostra amministrazione riserva per le scuole della nostra città.  Inoltre proprio qui vogliamo iniziare uno dei più importanti interventi di efficienza energetica su un edificio scolastico che la città abbia mai avviato».

La scuola Pellico, dopo i lavori, potrà diventare un edificio a consumo zero e tra i più efficienti in Lombardia: «Contiamo di utilizzare fonti rinnovabili: pompe di calore, solare e fotovoltaico in modo che la scuola non emetta un grammo di Pm 10 nell’atmosfera – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Dino De Simone – Il Comune ha partecipato ad un bando Fondo regionale per l’efficienza energetica che dovrebbe finanziare una parte della cifra prevista dai lavori. L’esito di questo bando si dovrebbero conoscere a giorni. Un’altra parte di finanziamento potrebbe essere richiesta al Conto Termico del Ministero dello Sviluppo economico. Per la prima volta il Comune di Varese ha partecipato ad un bando per l’efficentamento energetico di una scuola. L’auspicio dunque è di poter realizzare una scuola efficiente a costi ridotti per il Comune».

Gli altri interventi saranno:

a) Scuole moderne
Interventi di straordinaria manutenzione presso la scuola Primaria Pascoli con sostituzione dei serramenti, rifacimento della pavimentazione della palestra, realizzazione di nuovo accesso alla scuola per il superamento delle barriere architettoniche e rifacimento dell’attuale accesso. Spesa prevista 600mila euro e termine dei lavori previsto per agosto 2017

b) Scuole curate
Completamento dell’intervento di manutenzione straordinaria, restauro conservativo ed eliminazione barriere architettoniche presso il compendio scolastico Primaria Canetta. Termine dei lavori entro la fine di novembre 2017

Lavori di adeguamento funzionale e miglioramento del sistema di prevenzione incendi per l’Asilo Nido Lo Scarabocchio di viale Aguggiari. Spesa prevista 335mila euro e termine dei lavori entro agosto 2017

Lavori di miglioramento strutturale per la palestra delle scuola Marconi e della scuola secondaria Vidoletti. Spesa prevista 133mila euro e termine dei lavori per marzo 2017

Lavori di miglioramento strutturale presso le scuole Primaria Pascoli, Morandi e Foscolo. Spesa prevista 125mila euro.

Rifacimento copertura Asilo Nido “Le Costellazioni” di Giubiano. Spesa prevista 124mila euro.

c) Scuole sicure e accessibili
Miglioramento del sistema di prevenzione incendi per le scuole dell’Infanzia Bizzozero e Collodi, Primarie Marconi, Locatelli, Baracca-Lovera, IV Novembre, Cairoli, Parini e San Giovanni Bosco. Spesa prevista 413mila euro e termine dei lavori entro giugno del 2017

Progetto eliminazione delle barriere architettoniche presso la scuola Secondaria di I° grado Vidoletti via Manin 3 a Masnago con la realizzazione anche dell’atteso nuovo cancello che dirotterà gli alunni su via Pista Vecchia alle spalle del palazzetto alleviando così il problema del traffico di via Manin. Spesa prevista 192mila euro e termine dei lavori previsto per la fine di ottobre 2017

Lavori di miglioramento dei solai per le scuole Primarie Settembrini, Sacco, Parini e Carducci. Spesa prevista 295mila euro e termine dei lavori atteso per gennaio 2018

Lavori edili a seguito delle indagini sugli elementi non strutturali dei solai presso le scuole Primarie Locatelli, Galilei e Gardibaldi. Spesa prevista 197mila euro e termine dei lavori previsto per la fine di novembre del 2017

Molte le richieste dei genitori intervenuti preoccupati soprattutto dei disagi che potranno portare i cantieri: «Ci saranno dei disagi – ha ammesso il Sindaco Galimberti – ma chiedo comprensione per poter raggiungere il risultato che porterà benefici per tutti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.