“Quell’autovelox nascosto: è tutto regolare?”

La segnalazione di una lettrice che ha realizzato un video per dimostrare come non siano state rispettare le norme "rendendo quella strada pericolosa"

Buongiorno redazione

vorrei sottoporVi la visione di un video da me girato ieri mattina in quel di Osmate che documenta l’operato dei vigili comunali, loro e dell’apparecchio velox che hanno usato in mattinata.

La questione è questa: essendo lo strumento utilizzato a fine preventivo e non repressivo è possibile che questo fosse così ben nascosto come la volante? In fondo al rettilineo di via Roma. Nel video si vede benissimo. Loro dicono di aver messo l’avviso ma in realtà non era a terra ma posizionato su un palo ed hanno utilizzato gli stessi cartelli che in realtà sono quelli che devono restare fissi per indicare che su quella strada il prefetto ha rilasciato l’autorizzazione a installare velox, quindi per intenderci non hanno utilizzato quello removibile a terra che invece dovrebbe indicare che in quel momento è stato posizionato il rilevatore.comunque quello sul palo non era visibile da chi, come me, ha svoltato in vai Roma.

Ho già sottoposto ad un agente la questione che mi ha confermato la non correttezza della situazione. Ho provveduto ad informare il sindaco dal quale ad ora non ho ancora avuto risposta.

Inutile dire che essendo la macchinetta visibile all’ultimissimo momento molti automobilisti hanno improvvisamente frenato divenendo anche un pericolo per chi seguiva… insomma una situazione per nulla chiara.

Lettera firmata

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2017
Leggi i commenti

Video

“Quell’autovelox nascosto: è tutto regolare?” 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Credo che una sentenza della Cassazione del maggio 2016 fa definitivamente chiarezza e dice che la legge non stabilisce una distanza minima per la collocazione dei segnali stradali, dei cartelli o dei dispositivi luminosi ma solo l’obbligo della loro installazione con adeguato anticipo rispetto alla postazione.

    Cass. sent. n. 9770/16 del 12.05.2016

    La segnalazione della lettrice è corretta tranne per una cosa. L’anonimato.