“Ztl: progetto a lungo termine per rilanciare il centro cittadino”

Le precisazioni del consigliere comunale Angelo Veronesi sulla riapertura della Zona a Traffico Limitato nell zona di piazza De Gasperi

Il consiglio comunale di Saronno, tutti i consiglieri
Angelo Veronesi, Lega Nord

Le precisazioni del consigliere comunale Angelo Veronesi sulla riapertura della Zona a Traffico Limitato nell zona di piazza De Gasperi:

L’apertura della ZTL “De Gasperi” è un progetto per aumentare il numero di posteggi e favorire l’ingresso alle attività commerciali del centro cittadino ed in particolare della zona adiacente a Piazza De Gasperi. E’ un progetto a favore della mobilità debole. E’ un progetto a lungo termine che coinvolge più assessorati prima di tutti Opere Pubbliche, Commercio e Urbanistica.

La ZTL De Gasperi risulta depressa commercialmente, vedendo molte vetrine vuote. I cittadini della zona segnalano insicurezza e degrado. I commercianti del centro segnalano una mancanza di clientela dovuta al fatto di non poter posteggiare vicino al loro negozio, come invece avviene nei centri commerciali fuori Saronno.

La situazione illustrata è cominciata da quanto il centro sinistra sotto la giunta Tettamanzi ha cementificato quella che era una piazza per ospitare le automobili di chi si recava in centro per fare acquisti e per lavorare. I precedenti amministratori non avevano previsto nessun parco urbano centrale, che avrebbe fatto bene alla città. Non avevano prevista alcuna continuità commerciale tra Corso Italia e via San Cristoforo, preferendo orientarsi verso il residenziale e gli uffici.

E’ un problema annoso che stiamo tentando di risolvere attraverso più iniziative di cui l’apertura della ZTL “De Gasperi” rappresenta solo un tassello.

Dalla scorsa estate l’attuale amministrazione comunale ha fatto in modo di organizzare iniziative anche in questa parte della città. Concerti, teatri, eventi commerciali, mercatini, eventi culturali come ad esempio la sponsorizzazione di iniziative culturali tenute su idea di una benemerita associazione che si dedica alla lettura.

I dati sugli accessi delle auto di non residenti sono stati consegnati ufficialmente nella commissione opere pubbliche di gennaio.
Tra le ore 15 e le 24 da lunedì a venerdì, accedono alla ZTL De Gasperi solo il 5% di non residenti sul totale degli accessi.
Questo significa che la ZTL De Gasperi non è stata presa d’assalto dagli automobilisti. Non si sono creati serpentoni di autovetture incolonnate in centro.
D’altro canto questo dato significa che i problemi di mancanza di attrattività della ZTL De Gasperi ci sono e non sono una nostra invenzione.

L’apertura della ZTL De Gasperi ha visto la definizione di nuovi parcheggi e la divisione chiara delle aree interessate dal traffico automobilistico. Dal varco via Cavour accedono circa 400 auto al giorno e molti cittadini residenti facevano presente la scarsa chiarezza della segnaletica orizzontale. La divisione chiara delle aree di manovra degli automezzi ha aumentato la sicurezza stradale della zona, tutto a favore della mobilità debole.

Se venissero avanti progetti per la creazione di parcheggi nella zona adiacente al centro cittadino, i ragionamenti potrebbero essere differenti. In commissione sono stati valutati anche dei progetti per zone a bassa velocità per favorire la mobilità debole, creando attraversamenti pendonali sollevati, sistemando i posti auto, favorendo la mobilità debole. Per tutto questo servono ingenti investimenti che attualmente non ci sono perché Roma ci blocca con il patto di stabilità e ci penalizza da decenni con un saldo negativo tra tasse versate e soldi che vengono reinvestiti sul territorio. La speranza è quella di vincere il bando per la Ciclo Metropolitana Saronnese che verrà presentato il 23 febbraio alle 21 in Aldo Moro.

Bisogna ancora lavorare tanto sulla ZTL De Gasperi per migliorare la situazione e ci piacerebbe una collaborazione di tutti, visto che nessuno detiene la verità ed il problema è annoso e ci vorranno anni per sistemarlo.

Non capisco cosa si augurasse il consigliere Francesco Licata sostenendo che il dato del 5% sia un “flop”. Avrebbe forse preferito che si fossero formati serpentoni di automobili incolonnate in centro? Mi chiedo dove viva e mi chiedo se il segretario cittadino del PD abbia mai analizzato seriamente la situazione della ZTL De Gasperi.

Nella commissione Opere Pubbliche di cui sono presidente, si sta ragionando seriamente sulla questione da mesi con l’assessore Dario Lonardoni. Durante l’ultima commissione è stato chiamato a illustrare le iniziative commerciali anche l’assessore Francesco Banfi. C’è stata piena trasparenza e stiamo cercando di coinvolgere tutte le forze politiche della città ad un ragionamento ad ampio raggio sulla ZTL De Gasperi. I commissari di tutti gli schieramenti stanno ben operando. Sarebbe il caso che Francesco Licata venisse a sentire con le proprie orecchie, visto che potrebbe imparare qualche cosa.

di
Pubblicato il 16 febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.