300 giovani ballerini da tutto il nord Italia per Varese Danza

Il festival internazionale della danza di Varese si terrà domenica 2 aprile al teatro di Varese, da pomeriggio a sera inoltrata

eventi Varese

Trecento allievi, 23 scuole provenienti da numerose province del centro-nord, 5 giudici prestigiosi, il premio della critica assegnato dai giornalisti, lo spettacolo serale di professionisti della danza ed una borsa di studio per un anno di danza destinata ad una bambina individuata dall’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Varese: tutto questo è la seconda edizione di “VareseDanza” che si svolgerà domenica 2 aprile al Teatro OpenJob Metis.

«Una scommessa iniziata lo scorso anno che continua a vincere, con numeri inaspettati e grandissime soddisfazioni quella di VareseDanza – spiega Sonia Milani, Presidente dell’Associazione 23&20, che organizza la manifestazione – Segno che, a Varese, mancava un concorso dedicato alla Danza, che permettesse alle scuole di mettersi in gioco in una vera e propria competizione»

VareseDanza è organizzato in collaborazione con il Comune di Varese e con il patrocinio della Provincia, con il supporto del comitato artistico formato da Daniela Crisafulli (Performance Accademy) e Roberta Nicolini (Antea Danza) e con Ileana Maccari, referente per la sezione Danze Etniche.

«Abbiamo dovuto anticipare alle 16.45 l’orario di inizio, da programma previsto alle 17.30 – continua Sonia Milani – per l’alto numero di concorrenti iscritti. E quest’anno abbiamo dovuto anche rifiutare, seppur con dispiacere, alcune iscrizioni, perché non saremmo riusciti a restare nei tempi di svolgimento del concorso e del Gran Galà. Sicuramente un risultato inaspettato, frutto però di una prima edizione ben organizzata, grazie anche al supporto prezioso di Daniela, Roberta ed Ileana».

La giovane Sara Antonello, che lo scorso anno è stata la destinataria della borsa di studio indicata dall’assessorato ai servizi sociali, quest’anno calcherà il palco in concorso con la scuola che ha scelto per svolgere, con ottimo profitto, il suo anno di danza.

«L’amministrazione è vicina alle iniziative artistiche che valorizzano la nostra città, ed apprezza il rapporto con l’assessorato ai servizi sociali, per l’istituzione di una borsa di studio – ha commentato il vicesindaco Daniele Zanzi, presente questa mattina alla conferenza – Ho proposto alle organizzatrici di VareseDanza di collaborare per poter inserire degli spettacoli di danza all’interno della prossima manifestazione di Ville e Giardini aperti».

Il primo premio assoluto di 300 euro verrà messo in palio da “Perla” il nuovo negozio di abbigliamento per la danza, aperto a Varese dalla giovane Martina Cristiano: ma molti sono i partners privati che hanno sostenuto l’iniziativa, a partire dalla Uisp che metterà a disposizione le targhe per le premiazioni, l’Hotel Ungheria della Famiglia Segafredo, che ha creato delle convenzioni ad hoc per l’ospitalità degli allievi che giungeranno da fuori Varese e poi anche Dama Design, che offrirà i fiori alle giurate ed alle professioniste che si esibiranno nel Gran Galà, insieme a Jeff de Bruges, che allieterà la giuria con i suoi cioccolatini, oltre alla pizzeria Vecchio Ottocento di Leone Coppola, che anche quest’anno ha voluto sostenere l’evento.

«Un aiuto di partnership concreto – conclude l’organizzatrice – che ci permette di coprire alcune delle numerose spese organizzative e di concretizzare la borsa di studio per un anno di danza, attraverso i biglietti di ingresso che (al costo di 8 euro) vanno a sostenere l’anno di studio per la bambina indicataci dall’Assessorato ai Sevizi Sociali. Un gesto che ha caratterizzato VareseDanza fin dalla sua nascita e che è per noi motivo di orgoglio».

I biglietti per assistere all’evento sono acquistabili sul sito www.varesedanza.it o presso i partners.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.