44 proposte per il Giardino delle Rimembranze

Molti i progetti giunti a SoCrem entro il termine del bando 15 marzo. Ai vincitori 10mila euro. I tre migliori progetti saranno donati al Comune

Un giardino delle rimembranze a belforte

Ha riscosso un notevole interesse da parte dei professionisti il bando ideato nel settembre 2016 dalla Società Varesina per la Cremazione in collaborazione con il Comune di Varese: sono ben 44 i progetti giunti presso la sede della Socrem a Palazzo Comunale entro la scadenza del 15 marzo scorso.

Nei prossimi giorni verrà nominata la commissione giudicatrice che sarà costituita da tre membri effettivi (due di Socrem e uno del Comune) e due supplenti (uno di Socrem e uno del Comune), a cui spetterà il compito di valutare ciascun progetto pervenuto, per stabilire la graduatoria finale ed individuare le tre migliori proposte.

IL CONTENUTO DEL BANDO

La legge regionale in tema di servizi cimiteriali stabilisce che ciascun comune debba
dotarsi di un “giardino delle rimembranze” dove effettuare la dispersione delle ceneri
dopo la cremazione. La città di Varese ha raggiunto una percentuale vicina al 60 % di coloro i quali scelgono la pratica cremazionista; molti decidono per la tumulazione nei cinerari, altri
per la dispersione in natura e altri ancora desiderano la dispersione nei giardini presso i
cimiteri.

Per questi motivi Socrem ha messo a disposizione la somma di 10.000 euro, proveniente
dalle donazioni del 5 per mille dei propri Soci, per far redigere una ipotesi progettuale
per la realizzazione del “giardino” presso il Cimitero di Belforte. Il progetto migliore riceverà
5.000 euro, il secondo 3.000 e il terzo 2.000.

Il bando ha fissato come previsione di costo massimo dell’opera l’importo di 300.000 euro a carico delle casse comunali: il giardino occupa una superficie di 4.000 metri quadrati e prevede la realizzazione di una struttura dove effettuare la dispersione attraverso l’elemento acqua e l’elemento terra; la dotazione di panchine, di alberature, e di prato verde dove i congiunti potranno recarsi per ricordare i propri defunti. E’ inoltre prevista la costruzione di 200 cellette cinerarie per la tumulazione. L’area sarà dotata di videosorveglianza.

I migliori tre progetti saranno donati dalla Socrem al Comune: «Noi auspichiamo poi che l’amministrazione comunale trovi le risorse economiche per la realizzazione
del giardino delle rimembranze – commenta Ivo Bressan, presidente di SoCrem – In una città come Varese dove esistono 14 cimiteri (2 civici e 12 rionali), assume notevole importanza la diffusione della cremazione, proprio per “lasciare la terra ai vivi“».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.