A Malnate arrivano le guardie ecozoofile

Opereranno due giorni a settimana e potranno sanzionare i proprietari di cani che non si comportano secondo le norme vigenti

guardie ecozoofile

Il Comune di Malnate prosegue la campagna di sensibilizzazione verso i padroni di animali. Dal primo di aprile a supportare il lavoro della polizia locale sul territorio ci saranno due guardie ecozoofile che presidieranno il territorio.

Il sindaco Samuele Astuti ha spiegato brevemente: «Con l’assessore Riggi continuiamo a lavorare concentrandoci su questo tema».

È invece proprio l’assessore all’ambiente Giuseppe Riggi ad anticipare quali saranno i compiti delle guardie: «Ci saranno due volontari per turno due volte alla settimana negli orari più critici. Svolgeranno un lavoro di informazione e sensibilizzazione verso i proprietari di cani. Questi compiti rientrano in un progetto più ampio già iniziato perché secondo noi è meglio educare prima di sanzionare».

Le guardie potranno anche multare i proprietari che non rispetteranno la legge.

Paola Papi è una guardia ecozoofile con sette anni di esperienza: «La nostra modalità di intervento è di educazione alle persone. Vogliamo far capire qual è la normativa vigente e come va rispettata. Nel caso in cui ravviseremo delle situazioni fuori legge, potremo sanzionare e aprire un procedimento penale».

Le guardie ecozoofile sono altamente preparate, dovendo seguire un corso teorico di sei mesi con test di valutazione, che anticipano la pratica. Il percorso di formazione si conclude con il giuramento dal Prefetto.

I prossimi 18 e 19 aprile in sala consigliare ci sarà un corso gratuito organizzato dall’associazione Bios sull’argomento.

Questa sinergia con le guardie non si sposa ancora con il progetto di rilevazione del Dna delle deiezioni canine in quanto prima deve essere terminato l’iter della compilazione della banca dati e che probabilmente entrerà in funzione dal 2018.

Per inoltrare segnalazioni questi sono i contatti: telefono 3343548724; mail guardievarese@oipa.org; sito internet www.oipa.org

di
Pubblicato il 27 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore