Aggredito il sacrestano della Basilica

Il sacrestano della Basilica di Gallarate, Deodatus Nduwimana, è stato aggredito nella mattina nella prima mattina di sabato 4 marzo da un 50enne di Marnate

chiesa gallarate basilica

Il sacrestano della Basilica di Gallarate, Deodatus Nduwimana, è stato aggredito nella prima mattina di sabato 4 marzo 2017, poco prima della messa delle 8, all’interno dell’edificio sacro.

Intorno alle sette e mezza, alla porta della basilica si è presentato un uomo chiedendo soldi. L’individuo si presentava per la prima volta con quella richiesta, di fronte al diniego ha aggredito e cominciato a prendere a pugni il malcapitato, che è finito per questo al pronto soccorso.

«Deodato ha rifiutato la richiesta di denaro con garbo, con l’attenzione che riserva abitualmente alle persone – ha spiegato il parroco, Ivano Valagussa – Purtroppo alcune persone che si presentano qui sono aggressive» (i casi sociali vengono normalmente seguiti dalla Caritas, secondo percorsi definiti).

Dopo l’aggressione l’uomo, un 50enne residente a Marnate che è stato però visto spesso nella piazza di Gallarate durante il giorno, è scappato per le vie del centro. Inseguito però dalla Polizia di Stato, intervenuta immediatamente dopo il fatto, e dalla Polizia Locale: sono stati proprio questi ultimi a intercettare l’uomo nel centro storico.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.