Alfieri (PD): “A Somma l’esempio di sanità pubblica che non cede al privato”

Continua il viaggio del consigliere regionale del PD negli ospedali della provincia di Varese. A Somma Lombardo «un ospedale presidio che funziona»

Alfieri

Continua il viaggio di Alessandro Alfieri, consigliere regionale e segretario del PD Lombardia, negli ospedali della provincia di Varese.

L’ottava tappa di questo tour pensato per confrontarsi con medici, personale e amministratori locali sugli effetti delle nuova legge regionale del 2014, è stata Somma Lombardo. Nel 2016 l’assessore regionale Gallera ha annunciato la prima importante innovazione introdotta dalla riforma con l’avviamento di un percorso di assistenza speciale per i malati affetti da problemi cardiocircolatori.

«Questo è un ospedale piccolo che funziona» ha detto Alfieri alla fine della visita con il direttore di presidio, una delegazione di Somma guidata dal sindaco Stefano Bellaria, con il vicesindaco Stefano Aliprandi e l’assessore Ilaria Ceriani e il capogruppo in Provincia Paolo Bertocchi. 

«In questo presidio ci sono tutte le specialità legate alla medicina, all’oculistica e alla riabilitazione- continua Alfieri -. Un polo dedicato soprattutto alle persone anziane e ai problemi legate all’invecchiamento: permette che il pubblico li affronti e che non si regalino fette di sanità pubblica al privato».

I democratici mettono quindi al centro della loro iniziativa e del loro impegno in Regione la «difesa della sanità pubblica e dei presidi ospedalieri pubblici che fanno un servizio importante come questo. Delle problematiche da affrontare ho parlato con la dirigenza, i medici e il personale in questa visita. C’è stato un impegno sulla riapertura della risonanza magnetica che è attesa dal territorio e per aumentare i posti letti legati alla riabilitazione: monitoreremo affinché gli impegni di Regione Lombardia si traducano in realtà».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.