Approvato in commissione il piano regionale della prevenzione

Sarà discusso in aula il prossimo 11 aprile il piano che prevede 13 programmi che spaziano dalla salute negli ambienti di lavoro, agli stili di vita, agli screening alla prevenzione della cronicità

medici generiche

Via libera dalla Commissione consiliare Sanità al Piano regionale della prevenzione. Si sono espressi a favore i gruppi di maggioranza (Lega Nord, Lista Maroni, FI, Lombardia popolare); astenuti PD, Patto civico e M5S.

Diversi gli obiettivi strategici: ridurre il carico di malattia; investire sul benessere dei giovani; rafforzare il patrimonio comune di pratiche preventive, soprattutto in riferimento ai gruppi fragili; considerare l’individuo e le popolazioni in rapporto al proprio ambiente.

«Si tratta – ha dichiarato la relatrice Silvia Piani – di un documento atteso e che, sulla scia delle innovazioni introdotte dalla riforma regionale, integra l’ambito degli interventi sanitari con quelli sociosanitari, in coerenza con gli obiettivi nazionali in tema di prevenzione».

In particolare, Regione Lombardia ha individuato 13 programmi regionali che spaziano dalla promozione della salute negli ambienti di lavoro alla salute del bambino e della mamma nel percorso di nascita; dagli stili di vita agli screening oncologici; la prevenzione della cronicità e le dipendenze; il controllo delle malattie infettive e delle sostanze chimiche; dal rischio amianto alla sicurezza alimentare, alla sanità pubblica veterinaria.

Approvati anche alcuni emendamenti per la riduzione dei nati pretermine, la promozione di momenti di formazione ed informazione sull’efficacia dei vaccini, la presa in carico di pazienti cronici e fragili (tutti proposti dalla relatrice Piani). Altri temi sono stati proposti da Sara Valmaggi (PD) e riguardano gli interventi per le ludopatie, la dipendenza da Internet, la realizzazione di un’anagrafe vaccinale regionale, tutti approvati all’unanimità.  

Il documento è atteso per la discussione in Aula per la seduta di martedì 11 aprile

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore