Arcigay Varese diventa Comitato Territoriale delle Province di Varese e Como

Lo ha stabilito il Consiglio Nazionale di Arcigay: la provincia di Como, che non ha più da anni un comitato, passa così da Milano a Varese

Personaggi generiche

Arcigay Varese diventa Comitato Territoriale competente per le province di Varese e Como: lo ha stabilito il Consiglio Nazionale di Arcigay, che si è svolto a Bologna nel weekend.

La provincia di Como, che non ha più da anni  un comitato Arcigay, passa così dal comitato di Milano a quello di Varese che si occupa, tra le altre cose, di organizzare il Varese Pride, la parata della fierezza LGBTI* che conta anche una cospicua partecipazione da parte della comunità LGBTI comasca (LGBTI è un acronimo internazionalmente riconosciuto che identifica le persone Lesbiche, Gay, Bisex, Trans e Intersessuali).

L’ampliamento della rete provinciale di Arcigay Varese arriva a pochi mesi dalla tornata elettorale che coinvolgerà, in provincia di Como,  diversi comuni e il capoluogo stesso:  «Molte persone che ci vengono a trovare a Varese ci dicono che a Como non esiste alcun punto di aggregazione per la comunità LGBTI locale: il nostro auspicio è un decisivo cambio di rotta in questa provincia e nel capoluogo – spiega Giovanni Boschini, presidente di Arcigay Varese che ora si occupa delle due province – Per cominciare, crediamo che sia fondamentale la responsabilità della politica nel creare un ambiente privo di ostilità: per questo invitiamo i candidati alle prossime elezioni amministrative a non dimenticare la comunità LGBTI comasca, inserendo progetti specifici nei propri programmi elettorali. Noi siamo a disposizione per tracciare la via verso una completa inclusione delle persone di qualsiasi orientamento sessuale e identità di genere, nonché per l’abbattimento di ogni discriminazione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.