Armino ha il suo parco: un prato salvato dal cemento

Folla di genitori e bimbi questo pomeriggio per salutare la nuova struttura "inclusiva": qui potranno giocare anche bimbi con disabilità

«È la fine di una battaglia combattuta assieme, per questo ringrazio chi ci ha sostenuti». Era quasi commossa la sindaca di Gavirate Silvana Alberio che questo pomeriggio ha inaugurato il parco giochi di Armino, frazione di Gavirate, in un prato che avrebbe dovuto ospitare condomini, e che oggi viene vissuto, strapazzato, calpestato e “giocato” da centinaia di piccole scarpe, fra urla e risate dovute al primo caldo e al piacere di spassarsela tutti insieme sotto gli occhi vigili di nonne, mamme e zie.

Galleria fotografica

Il nuovo parco di Armino 4 di 8
Il nuovo parco di Armino

Il nuovo parco di Armino era già stato “saggiato” qualche tempo fa dai primi bimbi della zona, curiosi di quel nuovo gruppetto di giochi presenti in mezzo al prato, fra le case della “periferia” (se così può chiamarsi) di Gavirate, che farebbe invidia a quelle di tante città italiane soffocate dal cemento.

E proprio di questo – anche di questo – si è parlato oggi, col taglio del nastro ufficiale della struttura di Armino. Un parco inclusivo, costato 40 mila euro all’amministrazione, ma soprattutto centinaia di firme che i residenti, anni fa, raccolsero per opporsi ad un progetto di edificazione: a guidare la protesta Silvana Alberio, allora all’opposizione, che oggi ha dato anche la notizia dello scioglimento del comitato pro parco «che oggi ha raggiunto l’obiettivo».

E oggi il prato è stato restituito a tutti gli effetti ai piccoli cittadini,anche ospiti delle vicine strutture per l’infanzia – il nido e la materna – che hanno pure adottato un pezzettino di prato pre trasformarlo in “orto delle piante aromatiche”: spetterà a loro accudire i piccoli arbusti, e magari di nascosto portare un rametto di rosmarino alla mamma o al papà, a seconda di chi a casa si mette dietro i fornelli.

La manutenzione del verde spetterà al Cai di Gavirate, sotto il quale l’azienda che gestisce la ristorazione della materna – “Risto Flunch” di Gazzada Schianno – ha offerto una merenda.

 

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il nuovo parco di Armino 4 di 8

Video

Armino ha il suo parco: un prato salvato dal cemento 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.