Arriva alla 24esima edizione l’Agenda Tradatese

L'appuntamento con la presentazione del volume è fissato per sabato 11 marzo alla biblioteca Frera

Agenda Tradatese

Arriva alla 24esima edizione l’Agenda Tradatese. L’appuntamento con la presentazione del volume è fissato per sabato 11 marzo alle 18 alla biblioteca Frera. L’opera, curata dal giornalista Alessandro Colombo, ha il patrocinio del Comune e sarà presentata nel corso di un incontro al quale interverranno anche il Sindaco di Tradate, Laura Cavalotti, e il Presidente della Provincia di Varese, Gunnar Vincenzi.

«Sarà l’occasione per ripercorrere un anno di vita tradatese attraverso gli eventi e i personaggi che hanno caratterizzato il 2016 a Tradate – spiega l’autore -. Da Margherita Abbatangelo, la ragazza con la sindrome di Turner che ha attraversato a nuoto lo Stretto di Messina, agli occhiali di Gandhi di proprietà della collezione della famiglia Boga indossati dalla campionessa Paralimpica Bebe Vio; dal Corpo Musicale cittadino che ha festeggiato i 140 anni di vita, alla gioielleria Crosta premiata come negozio “storico” per i suoi cinquant’anni di attività; dal capostazione Andrea Albisetti che durante la guerra ha salvato decine di ebrei, ai titolari della Color Plast, premiata da Confartigianato come “Impresa delle Meraviglie”».

«Per giungere fino al Museo Fisogni delle Stazioni di Benzina, la più grande collezione al mondo inerente le stazioni di servizio, fondato dal tradatese Giudo Fisogni, ospitata in città in un’ala della splendida Villa Castiglioni e premiata come “Tradatese dell’Anno” nel 2016 – conclude Colombo -. Una galleria di personaggi ed eventi raccontati in rigoroso ordine cronologico in quell’Agenda Tradatese che, ormai da ben ventiquattro anni, raccoglie frammenti di storia cittadina. Per l’occasione il Comune di Tradate consegnerà dei riconoscimenti a coloro che attraverso le loro gesta, spesso semplici, hanno contribuito a raccontare un anno di vita tradatese, di una città che vuole mettere in mostra le proprie eccellenze. Attraverso la sua “Grande Bellezza”».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 01 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore