Avellino è una corazzata, ma la Openjobmetis ci vuole provare

La Sidigas, seconda in classifica, arriva da qualche passaggio a vuoto ma resta formazione di alto rango rispetto ai biancorossi. Caja: "Cuore, testa, e ricordiamoci di fare canestro". Si gioca domenica 5 (18,15)

Openjobmetis Varese - Sidigas Avellino 77-79 dts

Tra gli appassionati varesini di basket è opinione comune che, per raggiungere la salvezza, la Openjobmetis debba compiere un percorso netto nelle gare casalinghe (tra l’altro a Masnago ci saranno gli scontri diretti con Pesaro e Cremona), ma anche trovare un colpaccio esterno, magari contro squadre di rango superiore.

E domenica 5 marzo (ore 18,15) la squadra di Attilio Caja va proprio incontro a una gara di questo tipo: i biancorossi infatti giocheranno sul campo della Sidigas Avellino, una delle grandi candidate a un posto in semifinale (attualmente è seconda) e quindi una delle principali inseguitrici della “lepre” Milano. Gli irpini non sono nel momento di massimo splendore: fuori nei quarti di Coppa Italia per mano di Sassari, battuti da Brescia alla ripresa del campionato, gli uomini di Sacripanti sono anche caduti in una ben poco spettacolare gara1 degli ottavi di Champions contro Venezia, un match di “ciapanò” conclusosi sul 53-49 per i lagunari.

Ciò nonostante però, almeno sulla carta, la Sidigas resta formazione di ben altro rango rispetto a una Varese che, pur non brillando, ha mosso la classifica contro Pistoia. Sacripanti ha a disposizione una squadra che ha tutte le caratteristiche per risultare indigesta a Cavaliero e soci: è profonda, ricca di talento e pure molto stazzata. Basti pensare che è stato inserito David Logan in un reparto play-guardie già forte di gente come Ragland e Marques Green, e che tra ali e lunghi (pur in assenza dell’infortunato Cusin) giostrano giocatori come Leunen – maestro di tecnica e tiratore pericoloso – e Fesenko, vero e proprio “carro armato” per il nostro campionato. Se a questi nomi aggiungiamo anche i vari Thomas, Zerini e Randolph (top scorer a Brescia), il quadro è completo ed è di quelli che fan tremare i polsi alla piccola Varese di questi tempi.

Alla vigilia della partenza per il Sud, coach Attilio Caja non nega che gli avversari abbiano un valore alto, ma neppure si dà per vinto: «La vittoria con Pistoia ci ha dato una bella iniezione di fiducia, ha alzato il morale e ci ha detto che stiamo facendo le cose per bene, perché abbiamo giocato con il giusto approccio, con attenzione e solidità in difesa e questo ci deve servire per le prossime partite. Sappiamo che Avellino è squadra che punta al secondo posto, è stata ottima l’anno scorso, ha confermato l’allenatore e diversi giocatori e quest’anno ha svolto un ottimo mercato (i “lupi” hanno cercato a lungo anche Dominique Johnson ndr) sotto la guida del gm Alberani, nonostante abbia perso il proprio MVP (Nunnally ndr). L’inserimento di Logan dimostra le loro ambizioni ma noi dovremo in tutti i modi cercare di fare risultato, essere pronti e presenti dal punto di vista agonistico. Fisicamente ognuno di noi troverà avversari diretti dotati di atletismo importante sia tra gli esterni sia sotto canestro. Quindi dovremo gettare il cuore oltre l’ostacolo ma avere anche “testa” per sporcare le varie opzioni offensive a loro disposizioni. In attacco non basterà la costruzione del gioco: il nostro sport si chiama pallacanestro, si vince segnando con percentuali buone…»

LA DIRETTA – Il match del PalaDelMauro sarà raccontato in diretta da VareseNews con un liveblog attivato fin dal venerdì sera, nel quale è possibile trovare statistiche, notizie, curiosità e il sondaggio prepartita. Per intervenire è sufficiente scrivere nello spazio dei commenti o usare gli hashtag #avellinovarese e #direttavn su Twitter e Instagram. Per accedere al live CLICCATE QUI.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 04 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore