Barriere architettoniche e Arno, lavori completati

Il punto sugli ultimi interventi svolti dal Comune e da Aipo

Le segnalazioni dei cittadini gallaratesi non restano lettera morta e, appena i fondi a disposizione lo consentono, oltre alle risposte si passa ai fatti. E tra le priorità ci sono sempre gli interventi a favore dei portati di handicap.

In quest’ottica vanno inquadrati i lavori a Palazzo Broletto per la realizzazione di un ascensore, che consentirà agli utenti di accedere direttamente al piano dove sono ubicati gli sportello dell’Economato. Le scale sono infatti un ostacolo invalicabile per chi è costretto su una sedia a rotelle o per chi ha problemi di deambulazione. Una barriera che ora verrà cancellata, così come è stata eleminata quella tra i due marciapiedi in via Padre Lega che non consentiva un accesso agevole ai disabili o, semplicemente, alle mamme e alle nonne con i bimbi nel passeggino.

Sempre in questo periodo è stata eseguita un’altra opera pubblica di rilievo, soprattutto nell’ottica della messa in sicurezza del torrente Arno. È stato infatti portato a termine il ripristino da parte di Aipo della sponda dell’Arnetta dietro la ciminiera di via Rusnati.
Il muro di contenimento, eroso dall’acqua, è crollato nei mesi scorsi, abbassando la protezione in quel tratto del corso d’acqua. I lavori sono stati realizzati in due settimane, creando il minimo dei disagi (sentiti soprattutto dalle scuole vicine), “limitati alla chiusura di alcuni posti auto nel posteggio dell’area del cantiere e in alcune vie adiacenti, per consentire ai mezzi pesanti le manovre utili a raggiungere l’area dove erano al lavoro gli operai dell’AIPO”.

«Le opere pubbliche realizzate in questi giorni – spiega l’assessore Paolo Bonicalzi – dimostrano la nostra attenzione nei confronti dei gallaratesi che hanno difficoltà a muoversi in città. Questi interventi di abbattimento di barriere architettoniche arrivano dopo il rifacimento della segnaletica verticale e orizzontale per posti auto riservati ai disabili. Insomma, appena le finanze comunali ce lo consentono, cerchiamo di rendere la nostra Gallarate un luogo sempre più vivibile per i portatori di handicap. Senza ovviamente dimenticare gli altri settori, a partire da quelli degli interventi di competenza del mio assessorato finalizzati ad aumentare il livello della sicurezza stradale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore