Battaglia della sosta in consiglio

Passa un emendamento di Forza Italia a favore dei park rosa, la maggioranza boccia però la richiesta della lista Orrigoni di bloccare i 2000 nuovi parcheggi a pagamento

consiglio varese

La zona di Piazza Monte Grappa dove la sosta sarà più costosa non si chiamerà più zona azzurra, bensì zona rossa. L’inversione dei colori è stata decisa dal consiglio comunale che, a grandissima maggioranza ha accolto un emendamento “a colori” presentato dai consiglieri Piatti (Lega) Boldetti (Lista Orrigoni) e dal consigliere di maggioranza Gregori (Lista Galimberti).

consiglio comunale varese 2016

(Il gruppo Pd, subito dopo una delle votazioni)

La decisione di invertire i colori identificativi della sosta è stata accolta con ironia ma alla fine votata dall’aula e secondo Mauro Gregori, il consigliere blogger della lista Galimberti, risponde alla necessità di fare maggior chiarezza sulle fasce di prezzo che in futuro saranno destinate alla sosta: “Dove il rosso indica per il cittadino senza dubbio il punto più costoso e deve essere invece il verde a indicare il luogo dove si pagherà di meno”.

Dunque inversione sia, la fasce saranno così ricollocate: la rossa quella più costosa e via di seguito azzurra, blu, verde.

Nella prima serata di battaglia sugli emendamenti al bilancio si è discusso, fino a notte inoltrata, del piano della sosta. La maggioranza ha bocciato la maggior parte degli emendamenti del centrodestra ma è stata sconfitta da un emendamento di Simone Longhini, il capogruppo di Forza Italia che aveva chiesto di non ridurre la sosta delle donne incinta (i parcheggi rosa) a un massimo di sole due ore. La misura era stata decisa dalla giunta per evitare gli abusi che secondo l’assessore Civati sono stati riscontrati da Avt, ma Longhini ha insistito sulla necessità di non penalizzare le donne in gravidanza. Mentre il segretario cittadino del Pd Luca Paris bollava tra i suoi come demagogica la proposta, dentro la stessa maggioranza c’era invece chi prendeva la parola per dare ragione a Longhini come hanno fatto Mauro Gregori (Lista Galimberti) ma anche Luisa Oprandi (Pd), convinta sostenitrice del parcheggio rosa senza limiti. Alla fine l’emendamento è stato accolto per 16 voti contro 15, ottenendo il via libera da tutta la minoranza e dai consiglieri di maggioranza Iannini (Lista Galimberti) Gregori (lista Galimberti) Oprandi (Pd) Mirabelli (Pd) Infortuna (Pd) Pullara (Pd). E anche Malerba (Lega Civica).

consiglio comunale varese 2016

(I gruppi Forza Italia e Lista Orrigoni, durante una pausa dei lavori)

Dal punto di vista politico si tratta di un segnale al sindaco Galimberti e alla maggioranza, che però ha motivazioni diverse: sintomatico il voto del presidente del consiglio comunale Malerba, per la prima volta sceso in campo contro il sindaco e allineato con il consigliere Gregori, a sua volta in questi giorni critico con la maggioranza. Iannini, Oprandi, Mirabelli e Infortuna invece fanno parte di un gruppo di consiglieri, da tempo, più o meno apertamente critici con il metodo di leadership esercitato finora da Galimberti, mentre per Pullara il dissenso è solo personale (la moglie è incinta e sente il problema a livello familiare).

Il centrosinistra ha accolto l’emendamento di Fabio Binelli (Lega) sulla trasformazione di 20 posti a disco orario di un’ora davanti al cimitero di Giubiano (proposta che presentò da consigliere di minoranza lo stesso assessore Civati).

Tuttavia per restare alla sostanza politica, e di metodo, della serata sono almeno due i temi grossi emersi. Da un lato la maggioranza ha respinto in blocco le proposte migliorative della Lista Orrigoni che in pratica chiedeva, con una serie di emendamenti, di togliere o almeno di limitare l’introduzione di 1880 nuovi posti a pagamento nella zona rossa (che ora diventa verde) nei quartieri di Varese.

Il consigliere Luca Boldetti ha presentato tre diversi emendamenti sul tema ma anche altre proposte, come quella di dotare gli insegnanti di speciali pass per evitare che debbano pagare per cinque ore i nuovi stalli a ridosso delle scuole di Casbeno, confermando in sostanza che l’introduzione di quasi 2000 nuovi parcheggi a pagamento viene considerata importantissima per far quadrare il bilancio delle casse comunali.

consiglio comunale varese 2016

(l’aula)

Un secondo aspetto riguarda invece il metodo utilizzato nelle votazioni: il piano della sosta viene votato insieme al bilancio, dunque ogni proposta deve avere una specifica copertura finanziaria che deve essere vagliata dai dirigenti e dai revisori. Questa modalità ha creato qualche problema al consiglio, dato che la conferenza capigruppo aveva stabilito che ogni proposta andava recapitata entro venerdì scorso: eventuali nuove proposte, o accordi, emersi in aula, sono stati molti limitati, anche con la motivazione tecnica ed economica. Le opposizioni hanno sollevato dubbi sulla procedura.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 28 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.