Billy Elliot, un musical strepitoso

Applausi a scena aperta per lo spettacolo tratto dal film del 2000 e andato in scena al teatro di Varese giovedì 16 e venerdì 16 marzo

billy elliot

Billy Elliot, un musical strepitoso quello andato in scena al teatro di Varese mercoledì 15 e giovedì 16 marzo. Lo spettacolo, con le musiche di Elthon John, risulta molto fedele alla sceneggiatura del film originale, diretto da Stephen Daldry nel 2000. Le scenografie di Teresa Caruso ci riportano in modo empatico nell’Inghilterra degli anni 80. È immediato sentirsi affini alle storie di questo paese di lavoratori in rivolta, costretti loro malgrado ad uno sciopero ad oltranza. Lo sfondo è il pretesto per raccontare la storia di una famiglia di minatori, un padre e due figli, che vivono i disagi di un paese fermo e senza sbocchi. Qui, il protagonista, il piccolo Billy, incontra in modo fortuito il proprio talento, la propria possibilità di esprimersi. Osteggiato dal padre e dal fratello, trova nella danza la passione e il desiderio di essere se stesso, lontano dagli stereotipi sociali che lo vorrebbero pugile, virile.

L’allestimento di Massimo Romeo Pipato è curato e puntuale, niente esagerazioni, tutto è al servizio della storia. Lo spettacolo coinvolge e commuove. Non mancano i momenti di ilarità, ma il sentimento che vince è il desiderio di riscatto, la determinazione a superare i proprio limiti. Bellissime le coreografie, eleganti e commoventi.

Il pubblico coinvolto e attento ha riservato lunghi e intensi applausi a scena aperta agli attori. Tanti i bambini sulla scena, le ballerine, perfettamente a loro agio sul palco: Michael, un fantastico Matteo Valenti, e poi lui, Billy, Arcangelo Ciulla, perfetto nel ruolo. Artista già maturo, a dispetto dei suoi quasi 15 anni. Un cast di attori ben affiatato, che dimostra in tutto il lavoro e la passione dedicata al musical. Circa 210 minuti di spettacolo e arrivati alla fine si prova il desiderio di poterlo rivedere da capo.

di
Pubblicato il 17 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore