Calano i reati, ma sindaci e forze dell’ordine non abbassano la guardia

I tre Comuni al Tavolo sulla sicurezza con il Prefetto. "Positivi i dati presentati ma l'attenzione a prevenzione e repressione dei reati è sempre molto alta"

Si è riunito mercoledì mattina presso la Prefettura di Varese il tavolo sulla sicurezza alla presenza del sig. prefetto dott. Giorgio Zanzi, il Vice Prefetto dott. Bolognesi, il nuovo Questore di Varese Pepè, il colonnello Vitale per la Guardia di Finanza e il colonnello Bevacqua dell’Arma dei Carabinieri.

Con l’ausilio delle autorità competenti il quadro complessivo della sicurezza nei territori di Malnate, Vedano Olona e Lozza, fornisce un quadro complessivo positivo. Le statistiche elaborate dal Ministero degli Interni, basate sulle denunce dei cittadini alle forze di Polizia, forniscono per la città di Malnate in particolare un tendenziale decremento dei furti in abitazione e dei danneggiamenti. Considerando i crimini in generale la Città di Malnate si inserisce in un quadro di stabilità rispetto ai comportamenti criminogeni messi in atto e si inserisce in un quadro provinciale in cui diminuisce il numero di reati in valore assoluto, la curva dei reati compiuti cala e la curva dei reati scoperti e quindi denunciati cresce.

«Desidero ringraziare il Prefetto, il Questore e l’Arma di Carabinieri e Guardia di Finanza per la disponibilità dimostrataci questa mattina» commenta Samuele Astuti, sindaco di Malnate. «Siamo positivi rispetto ai dati che ci sono stati forniti poiché dimostrano che le azioni messe in campo in questi anni – mi riferisco in particolare ai programmi di sicurezza partecipata (controllo di vicinato), alla videosorveglianza e agli investimenti nel capitolo Polizia Locale – stanno dando frutti. La sinergia con il Maresciallo Camelia e tutto il Comando è forte e l’interscambio di informazioni e piani per il contrasto dell’illegalità costante. Detto ciò, è altrettanto importante ribadire come la nostra attenzione non calerà mai sul tema della sicurezza: anzi si tratta di continuare a rilanciare per fare in modo da stroncare pesantemente qualsiasi reato. Ho avuto modo di sottolineare, in particolare, tra gli altri temi, di come esistano aree colpite in più occasioni da vandalismo (ad esempio Piazza delle Tessitrici o il Parco I Maggio) e di come sia importante trovare al più presto una soluzione per la SS. Briantea. Nel Prefetto, nel Questore e in tutti gli interlocutori presenti ho trova grande disponibilità a concretezza nel lavorare insieme per trovare soluzioni fattive ed efficaci quanto prima. Ringrazio ancora tutte le forze dell’ordine e l’Assessore alla Polizia Locale per il gran lavoro che quotidianamente svolgono e che ci permette di raggiungere risultati importanti. Il lavoro, ovviamente, continua instancabile. Per questo chiediamo anche l’ausilio dei nostri cittadini attraverso segnalazioni attente che già fanno in modo preciso; colgo però l’occasione per ribadire ulteriormente l’importanza di questo canale. Auspico vivamente anche una capillare diffusione del controllo di vicinato, che ci sta dando riscontri veramente positivi con riferimento ai dati pervenuti ad oggi».

 

Il Comune di Vedano, per voce del sindaco Citterio e del vicesindaco Orlandino, commenta: «Un incontro molto positivo con Prefetto e vertici locali delle Forze dell’ordine che ha sancito come la collaborazione di tutti i soggetti preposti alla sicurezza possa portare a dei risultati tangibili come la costante contrazione dei reati negli ultimi anni, inclusi gli odiosi furti in appartamento. Apprezzamento dal Prefetto Zanzi anche per le iniziative di Controllo di Vicinato che sono state messe in campo e alle dotazioni di videosorveglianza concordate in un’ottica di rete come quelle realizzate sul nostro territorio».

Il sindaco di Lozza Giuseppe Licata afferma: «Esprimo soddisfazione in merito ai dati illustrati oggi dalla Prefettura di Varese che vedono gli eventi criminosi avvenuti a Lozza in netto calo negli ultimi due anni. Questo buon risultato non induce tuttavia l’Amministrazione Comunale ad abbassare la guardia sul fondamentale tema della sicurezza dei cittadini. Ho invece avuto modo di esprimere al Sig. Prefetto preoccupazione in merito alla difficoltà del Comune di Lozza nel fornirsi di un agente di Polizia Locale a causa dei tetti di spesa del personale imposti da norme nazionali. Questo deficit causa alcune criticità soprattutto in merito alla sicurezza stradale nel centro abitato in relazione ad un alto flusso di traffico nelle ore di punta ed al parcheggio fuori dagli spazi destinati».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.