Carnevale niente sfilata ma tante polemiche

A causa del maltempo martedì scorso il Comune, che con la Proloco organizza il Carnevale saronnese, ha annullato il concorso di mascherine previsto per venerdì pomeriggio e sabato mattina alle 10 una riunione tecnica con i carristi ha deciso di annullare anche la sfilata

Carnevale a Saronno 2 (inserita in galleria)

“Gli eventi non debbono essere messi in ombra da altre manifestazioni che, seppur belle, sono arrivate d’improvviso. Le associazioni vanno valorizzate. E adesso basta con le polemiche strumentali”. Così l’assessore alla Cultura Lucia Castelli risponde alle polemiche che negli ultimi due giorni hanno investito il palazzo comunale e la Proloco per la cancellazione dei due principali eventi del carnevale saronnese, il concorso di mascherine e la sfilata dei carri.

A causa del maltempo martedì scorso il Comune, che con la Proloco organizza il Carnevale saronnese, ha annullato il concorso di mascherine previsto per venerdì pomeriggio e sabato mattina alle 10 una riunione tecnica con i carristi ha deciso di annullare anche la sfilata prevista per le 15. In realtà la pioggia ha presto lasciato il posto al sole ed il centro di Saronno è stato invaso da bimbi in maschera in una città deserta. Tante le proteste delle famiglie saronnesi e non solo sulla possibilità rinviare invece di annullare la sfilata e di tenere il concorso al chiuso magari in una scuola.

“La realizzazione del Carnevale di Saronno – spiega Lena Eupizzi presidente Proloco – è molto complessa: solo un carro è stato realizzato in città tutti gli altri arrivano da Cermenate e da Cirimido scortati dalla protezione civile. Un trasferimento che non sarebbe stato realizzabile sabato mattina con il vento e la pioggia che imperversano e neanche all’ultimo minuto visto che i carri sono di notevoli dimensioni ed hanno bisogno di tempo per essere allestiti”. La scelta di non rinviare è invece spiegata dall’assessore Castelli: “Sabato prossimo è stracolmo di eventi: inaugurazione Rete rosa, quella della mostra pittori Proloco, la presentazione del libro in Villa Gianetti dell’associazione Sicilia a Saronno, la proiezione di un cortometraggio sulla violenza femminile ad opera di Anima e core e altro ancora. Questi eventi non debbono essere messi in ombra da altre manifestazioni che, seppur belle, sono arrivate in un secondo momento d’improvviso”.

di
Pubblicato il 06 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore