Come si fa a lasciare un tasso ferito sulla strada?

Il dispiacere di una lettrice che ieri sera ha chiamato il veterinario per salvare l’animale, che non ce l’ha fatta

Avarie

Spett.le Varese News,

Vi scrivo a proposito di un tasso purtroppo morto che ho trovato a bordo strada sulla varesina a Venegono Inferiore, stanotte verso l’una.
Al centro della strada c’è un’evidente macchia di sangue. Qualcuno deve avere investito un tasso e averlo portato a bordo strada. Ho chiamato il mio veterinario di fiducia, ma purtroppo per il tasso non c’era niente da fare.
Volevo informarvi di questo. Possibile essere così crudeli da lasciare un animale morente sul bordo della strada??
Vi prego di diffondere questa storia, anche tramite social se volete, perché queste cose non accadano più e perché le persone rispettino la vita di un animale e che lo soccorrano se dovesse succedere di investirne uno.
Vi allego anche le due foto che ho scattato sul posto. Vogliate perdonarmi per la scarsa qualità.
Vi ringrazio anticipatamente per l’attenzione riservatami e vi porgo i miei più cordiali saluti.
Greta Bruzzese

 

Non pubblichiamo le foto inviate dalla lettrice Greta, perché non serve mostrare il sangue sulla strada per far capire che ciascuno di noi, una volta al volante, ha precisi obblighi, anche verso gli animali che ferisce nel corso di un incidente.
E anche per un animale di piccola taglia ci si deve fermare e prestare soccorso, chiamando, se il caso, gli enti preposti, come il nucleo faunistico della polizia provinciale. 
Travolgere un animale con l’auto espone l’automobilista a precisi obblighi, come previsto dall’articolo 189 comma 9-bis del Codice della Strada.

“L’utente della strada, in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti, ha l’obbligo di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subito il danno.
Chiunque non ottempera agli obblighi di cui al periodo precedente e’ punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 410 a euro 1.643. Le persone coinvolte in un incidente con danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti devono porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso.
Chiunque non ottempera all’obbligo di cui al periodo precedente e’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 82 a euro 328”. (ac)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.