Condannato a 6 anni il ragazzo che investì Giada

Flavio Jeanne era accusato di omicidio stradale aggravato dalla fuga. Il rito abbreviato gli ha garantito uno sconto, ma il pm ha chiesto il massimo della pena possibile

Giada molinaro

E’ stato condannato a 6 anni di carcere per omicidio stradale Flavio Jeanne, il ragazzo che investì Giada Molinaro sulle strisce pedonali, lo scorso settembre, in via dei Mille a Varese.

All’imputato era contestata anche l’aggravante della fuga ma ha potuto contare sullo sconto di un terzo della pena per il rito abbreviato. Il giudice Alessandro Chionna ha pronunciato la sentenza alle 17 e 40 di martedì 28 marzo, dopo un pomeriggio di attesa.

“Non crediamo che il ragazzo si sia pentito”, hanno commentato i genitori della vittima a caldo. Il pubblico ministero Massimo Politi aveva chiesto 7 anni e 8 mesi di carcere, che facendo i calcoli tecnici di legge era il massimo previsto. Nella sua requisitoria il pm ha anche contestato al ragazzo di essere un assuntore abituale di stupefacenti come risulterebbe da due sequetsri di marjuana effettuti nei suoi confronti.

Tuttavia non è certo che quella sera, il 14 settembre, avesse fumato spinelli. Jeanne è incensurato ed è reo confesso: la perizia di parte della difesa lo descrive come fragile e solo apparentemente spaccone (quella sera fuggì per il panico).

In tribunale i genitori della vittima, Pasquale Molinaro e Stefania Marzano, sono stati affiancati per tutto il giorno dai compagni di scuola di Giada. Nelle scorse settimane aveva suscitato molto clamore la decisione della famiglia di rifiutare un risarcimento di quasi 1 milione di euro, per potersi costituire come parte civile in aula.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 28 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da doink_thedoink

    E’ una vergogna: ma quale “rito abbreviato”? Uccidi una ragazza, fuggi e cerchi di occultare le prove scientemente e consapevolmente! Questo è omicidio aggravato bello e buono, minimo 20 anni di galera senza sconti!

  2. Scritto da lenny54

    Come riportato dai media l’investitore ha dichiarato che pensava di aver investito un cinghiale..in via dei Mille a Varese? Mah!

Segnala Errore