Cortisonici 2017: è l’anno dei Supereroi

Il festival torna per la sua 14esima edizione dal 28 marzo al primo aprile. Si inizia con due "SuperHero Nights" e si continua fino alla finalissima. Più di mille i cortometraggi arrivati da tutto il mondo

Casciago: i luoghi

Tutto pronto per Cortisonici 2017: il festival internazionale di Cortometraggi torna più forte che mai. Cinque giorni di programma “spalmati” su un format consolidato che non delude e regala sorprese, riuscendo a creare la giusta attesa tra i fan.

Si parte martedì 28 marzo e si chiude domenica primo aprile, con proiezioni, incontri, aperitivi in un giusto mix tra intrattenimento e goliardia. Una formula che in questi quattordici anni ha portato anche i meno appassionati di cinema a prendere posto tra le poltrone del Cinema Nuovo o alle proiezioni “estreme” della sezione Inferno.

Si parte quindi con due serate dedicate ai supereroi, veri o dimenticati, famosi o sconosciuti, amati o odiati. «Abbiamo voluto esplorare la nostra parte più nerd» ha spiegato Massimo Lazzaroni, direttore organizzativo del festival parlando di questa nuova edizione.

«Ci piace l’idea che questi cinque giorni di festival non siano solo di intrattenimento ma anche di confronto e scambio di idee per chi partecipa, da regista o da spettatori. Vogliamo che sia un festival dove i giovani spettatori e i giovani registi si possano incontrare. Non ci interessano i nomi famosi ma i giovani autori del futuro. Abbiamo sempre detto che Cortisonici porta fortuna e ogni anno ne abbiamo la conferma, lo scorso anno, per esempio, il David di Donatello è stato vinto da Gabriele Mainetti, regista di Lo chiamavano Jeeg Robot».

La qualità del festival e il suo successo sono riconosciuti anche dal sindaco Davide Galimberti: «Come amministrazione che ha sempre avuto una grande sensibilità nei confronti della cultura e non possiamo che sostenere questa manifestazione. Un festival ormai tradizionale che ha una crescita costante e diffusa e che cerca di allargare sempre di più il bacino delle persone interessate, caratteristiche importanti per una città come Varese che vuole investire sempre di più in un settore dove c’è molto fermento». Dello stesso parere l’assessore alla cultura Cecchi che ha sottolineato: «questa manifestazione è “il fiore all’occhiello” della città».

Un’edizione quindi che vedrà novità, tra le quali segnaliamo la distribuzione delle recensioni cinematografiche di Leo Ortolani in diversi negozio della città, e grandi ritorni come Omar Stellaci, protagonista come lo scorso anno del trailer, ormai un cult del festival.

Un festival sempre più internazionale, il programma 

Per l’edizione 2017 di Cortisonici sono stati selezionati 1107 cortormetraggi provenienti da tutto il mondo, dall’America Latina alla Cina. E’ il numero più alto di cortometraggi selezionati in quattordici anni di Festival, un ulteriore successo del festival varesino. Ma non solo. Ogni anno i cortometraggi hanno una qualità sempre maggiore.

Il concorso ufficiale, cuore del festival, è in programma per le serate di giovedì, venerdì e sabato. A margine ci sono gli eventi collaterali, non meno importanti e ricercati dal pubblico. Si apre con le SuperHero Nights di martedì 28 e mercoledì 29, a cui parteciperà anche Leo Ortolani, uno dei maggiori fumettisti italiani contemporanei. In particolare ci sarà l’anteprima assoluta per l’Italia del lungometraggio inglese Superbob.

Le mattine saranno rivolte agli studenti della città a cui parteciperanno anche alcuni membri del Marano Ragazzi Spot Festival. Ci saranno inoltre proiezioni che avranno come tema la legalità.

E poi c’è la notte, con la Sezione Inferno, uno dei momenti più amati del festival dove si possono trovare tutte le pellicole più estreme, assurde e surreali.

TUTTO IL PROGRAMMA DI CORTISONICI 2017 

LA DIRETTA DELLA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE

di adelia.brigo@varesenews.it
Pubblicato il 14 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore