Cremona capitale contro lo spreco alimentare

Da domani e fino a sabato un convegno sulle azioni da intraprendere cui prenderanno parte anche i rappresentanti di 33 Paesi

spreco alimentare

Dopo la Carta di Milano di Expo 2015, rappresentati di tutti i Continenti si confronteranno domani venerdì 3 e sabato 4 marzo a Cremona per fare il punto sugli strumenti concreti da adottare per contrastare lo spreco alimentare, con l’obiettivo di condividere nella Carta di Cremona un documento finale che riprenda e prosegua in modo efficace il percorso avviato a Expo Milano 2015.

Si tratta del convegno “Sprechi alimentari: fattori contaminati, incidenza sulla mortalità e gestione del rischio”, a cui il Capo dello Stato ha conferito nei giorni scorsi la Medaglia Presidenziale quale suo premio di rappresentanza, che coinvolge 33 Paesi in rappresentanza di tutti i Paesi del Mondo. L’evento, che si terrà presso la Sala Maffei della Camera di Commercio di Cremona, è stato organizzato dal Centro Incontri Diplomatici, in partnership con la Federazione Nazionale Consoli Esteri e sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento europeo. Hanno dato il loro patrocinio, oltre al Consiglio Regionale della Lombardia, anche la Presidenza del Consiglio, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, il Ministero dell’Ambiente, il Ministero dell’Agricoltura, il Corpo Consolare di Milano e della Lombardia e le principali istituzioni territoriali. Al convegno, organizzato in collaborazione con l’Università Bicocca di Milano e l’Università del Cattolica Sacro Cuore di Piacenza e Cremona, saranno presenti anche Livia Pomodoro (Presidente Milan Center for Food Law and Policy) e Antonio Bettanini (Direttore Milan Center for Food Law and Policy).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore