Cresimandi dal Papa allo stadio. Ultimi posti disponibili

Sono oltre 70.000 gli iscritti all’Incontro dei ragazzi della Cresima in programma il pomeriggio del 25 marzo allo stadio Meazza

papa francesco

Sono oltre 70.000 gli iscritti all’Incontro dei ragazzi della Cresima con il Papa. Grande l’adesione da parte dei gruppi, secondo il numero attribuito ad ogni parrocchia. Ultimi posti disponibili: sono ancora invitati a partecipare: i genitori, i padrini e le madrine, gli educatori con i ragazzi della Cresima 2016 e i Cresimandi 2017 non ancora iscritti.

«Abbiamo assegnato nuovi biglietti a tutti i gruppi che hanno chiesto posti in più – annuncia don Samuele Marelli, direttore della Fom – per esigenze particolari. Mettiamo a disposizione gli ultimi posti, ceduti dai gruppi che non ne hanno fatto richiesta, per dare al maggior numero di persone la possibilità di partecipare a questo evento unico».

Le iscrizioni vengono accolte per un minimo di 5 partecipanti, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Le iscrizioni per i nuovi posti sono online su www.chiesadimilano.it/pgfom e su www.papamilano2017.it. Il contributo spese per tutti è di 5 euro a persona.

Si può fare richiesta di pass auto per il parcheggio dello Stadio. I posti per il parcheggio sono assegnati a richiesta ogni 5 partecipanti, fino ad esaurimento delle disponibilità. Per quanto possibile, si cercherà di consegnare i biglietti e le pettorine secondo la propria Zona pastorale e il settore già fissato per la propria comunità. I nuovi partecipanti potranno, in ogni caso, raggiungere lo Stadio con i mezzi pubblici, secondo le indicazioni date per i trasporti (l’interscambio di Lotto con la M5 sarà chiuso, la stazione M1 di Lotto sarà aperta).

L’incontro dei Cresimandi e dei Cresimati allo Stadio Meazza con il Santo Padre sarà anche un’occasione di carità verso chi è in difficoltà e sta soffrendo. A questo evento è stata collegata una raccolta fondi promossa da Caritas Ambrosiana per contribuire alla costruzione della «Casa del futuro» ad Amatrice, colpita dal terribile terremoto dello scorso agosto.

«Diremo al Papa che i ragazzi della Cresima hanno fatto la loro parte e hanno scelto il bene – commenta don Samuele Marelli– donando quello che potevano per dare nuovo futuro alla comunità di Amatrice, soprattutto pensando ai più giovani».

La «Casa del futuro» sarà una casa di accoglienza e di sostegno sociale per adolescenti e giovani in difficoltà ma anche una casa che potrà accogliere i gruppi parrocchiali per vivere esperienze di vita comune o di campi scuola, così come molti dei nostri gruppi fanno. I giovani che gravitano attorno ad Amatrice potranno così trovare un luogo per crescere, là dove la possibilità di futuro sembra si sia interrotta.

Come contribuire. Al ritiro del materiale per l’Incontro Cresimandi e Cresimati con Papa Francesco viene consegnata una busta che potrà raccogliere le offerte dei ragazzi ed essere riposta negli appositi contenitori collocati come ogni anno agli ingressi dello Stadio.

Papa Francesco vivrà la tradizionale festa che ogni anno si svolge a San Siro con i ragazzi e le ragazze della Cresima, così come fece il suo predecessore Benedetto XVI in occasione dell’Incontro mondiale delle famiglie del 2012.

Programma. Sabato 25 marzo i cancelli dello stadio apriranno verso le 13.30. Dalle 16 inizierà il programma di animazione in attesa del Santo Padre. È previsto anche l’intervento del Vescovo di Rieti, Domenico Pompili. La Veglia inizierà alle 17 e l’arrivo del Papa sarà alle 17.30, accompagnato dal Cardinale Angelo Scola. Il Papa risponderà alle domande di un cresimando, un papà e di una catechista durante l’incontro e dopo la lettura del brano evangelico dell’Annunciazione del Signore (Luca 1, 26-38), che farà da filo conduttore a tutta la preghiera con i ragazzi della Cresima.

Sarà uno spettacolo imponente in cui protagonisti con il Papa saranno i ragazzi della Cresima, i loro educatori e gli oltre 1000 “figuranti” che sul campo presenteranno le coreografie che fanno dei “Cresimandi a San Siro” un evento unico.

La proposta di animazione e di contenuto per i ragazzi è racchiusa nel Cammino dei 100 giorni, dove si presentano ai ragazzi i sette doni dello Spirito Santo, iniziando con la prima settimana di Quaresima e concludendo con la festa di Pentecoste. La celebrazione ancora più suggestiva grazie ai canti che verranno eseguiti dai ragazzi durante l’incontro.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore