Dalla Regione 2,5 milioni per la conciliazione vita-lavoro

L'assessore Brianza: « una politica di questo tipo puo' rappresentare un forte incentivo garantendo una parita' di diritti tra uomini e donne»

mamma lavoro apertura

«In questa settimana dove festeggiamo l’8 marzo e quindi la parità dei diritti tra uomo e donna, è particolarmente significativo aver portato in Giunta una delibera che stanzia risorse importanti in tema di conciliazione vita – lavoro: due milioni e mezzo di fondi europei che si aggiungono ad altri tre milioni e mezzo di risorse regionali».
Lo ha detto l’assessore al Reddito di autonomia e inclusione sociale Francesca Brianza commentando lo stanziamento di 2,5 milioni di euro da parte della Giunta regionale lombarda destinati alla conciliazione vita-lavoro.

SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA
«Questi fondi – prosegue Brianza – che puo’ sembrare vadano a sostegno solo delle donne, in realtà, vanno a sostegno della famiglia in generale; sono tutte quelle misure volte ad incentivare servizi di custodia e di assistenza rivolti ai minori, servizi della gestione pre e post scuola, oratori estivi, servizi di supporto per la fruizione delle attivita’ nel tempo libero e tutto ciò che puo’ essere d’aiuto ad una famiglia per conciliare le tempistiche lavorative con quelle della vita privata e per agevolare una parita’ di diritti e di opportunità  che sta dando risultati importanti».

INCENTIVARE LA NATALITÀ
«In un momento in cui i numeri sulla natalità sono in forte calo, come ci dicono gli ultimi dati – aggiunge Brianza – una politica di questo tipo puo’ rappresentare un forte incentivo garantendo una parità di diritti tra uomini e donne. È una politica volta al benessere dei nostri cittadini e delle nostre aziende – conclude – perché rappresenta un cambio culturale che funge da volano positivo in termini sociali, culturali ed economici».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore