Dalla Regione 300 mila euro per rimuovere l’amianto

Lo annuncia l'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Terzi a seguito della Giunta odierna

amianto generiche

“Oggi abbiamo approvato uno stanziamento di 300.000 euro per finanziare interventi di rimozione dell’amianto dalle strutture pubbliche”.

Lo annuncia l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Terzi a seguito della Giunta odierna.

FINALITA’ E BENEFICIARI DEL PROVVEDIMENTO – “Grazie a questi incentivi – sottolinea l’assessore – cerchiamo di promuovere la rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici di proprieta’ degli enti locali. I beneficiari saranno i Comuni lombardi che hanno gia’ attivato una convenzione per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto proveniente da utenze domestiche, i cui criteri sono stati definiti con la deliberata numero 3494 approvata
nella giunta del 30 aprile 2015”.

IL BANDO – “All’apertura del bando – spiega Claudia Terzi – il cui finanziamento e’ a fondo perduto, i Comuni richiedenti potranno ottenere una soglia massima di contributo pari a 15.000 euro. Le spese ammissibili dovranno riguardare la rimozione e lo smaltimento delle tipologie di rifiuti contenenti amianto, come previsto dal bando. La selezione delle domande avverra’
attraverso una procedura valutativa a graduatoria”.

INTERVENTI AMMISSIBILI – “Potranno rientrare nel provvedimento –
fa sapere l’assessore regionale – i lavori di rimozione dei manufatti in cemento-amianto, compreso il successivo smaltimento anche previo trattamento in impianti autorizzati, effettuati nel rispetto della normativa ambientale, edilizia e di sicurezza nei luoghi di lavoro. Il materiale dovra’ provenire da edifici e
strutture pubbliche posizionati all’interno del territorio comunale e di proprieta’ dell’ente pubblico”.

INTERVENTI NON AMMISSIBILI – Sono esclusi dal finanziamento: la progettazione di interventi di ripristino, realizzazione di manufatti sostitutivi e loro messa in opera; le spese di acquisto di beni, mezzi e materiali sostitutivi e la loro messa in opera; gli interventi terminati prima della pubblicazione del
bando.

ISTRUTTORIA E VALUTAZIONE – L’istanza dovra’ essere inviata, all’apertura del bando, attraverso l’apposita procedura online accessibile all’indirizzo internet www.agevolazioni.regione.lombardia.it .

“Nella nostra regione – conclude l’assessore Terzi – ci sono diverse richieste da parte degli enti locali che vogliono mettere in sicurezza il loro territorio. Il nostro obiettivo e’ quello di rispondere ai bisogni dei lombardi e di risolvere
tutte quelle situazioni che sono a rischio per il nostro territorio”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.