Varese News

Dei “santini laici” per ricordare le nuove martiri

Sono a disposizione dei visitatori della mostra inaugurata il marzo scorso “Segni del Sacro: Sante Martiri – Donne forti di ogni tempo”

Dedicata alle donne la mostra temporanea alla prima cappella

Sono dei santini molto particolari quelli che sono a disposizione dei visitatori della mostra inaugurata il marzo scorso “Segni del Sacro: Sante Martiri – Donne forti di ogni tempo presso il Centro Espositivo Mons. Pasquale Macchi al Sacro Monte di Varese e organizzata dalla Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte di Varese e dalla società Archeologistics.

Galleria fotografica

Dedicata alle donne la mostra temporanea alla prima cappella 4 di 16

La mostra, dedicata alle figure delle Sante Martiri, nata dalla ricerca della giovane artista Francesca Vitali Boldini, ha approfittato trovato un modo originale per ricordare “le martiri di oggi”: le centinaia di vittime di femminicidio in Italia, protagoniste involontarie di vicende drammatiche, seviziate, uccise per aver disobbedito ad un “potere forte” e morte per aver difeso il loro diritto di scelta.

Da qui la presenza di un canestro con veri e propri “santini laici“: piccoli biglietti dove da una parte sono impresse le immagini dei dipinti delle martiri, e nella parte opposta il nome e la causa della morte di una delle nuove martiri.

Le opere rimarranno esposte presso il Centro Espositivo Mons. Pasquale Macchi fino al 7 maggio 2017, il sabato e la domenica dalle 9.00 alle 16.00 a ingresso libero. 

Per chi volesse, è possibile richiedere aperture speciali per gruppi: per informazioni e prenotazioni si prega di telefonare al 328.8377206 o di scrivere a info@sacromontedivarese.it o info@archeologistics.it.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Dedicata alle donne la mostra temporanea alla prima cappella 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.